giovedì 8 novembre 2007

Quelli di secondo (ad Enzo Biagi, in memoriam)

(foto da internet)

E' scomparso Enzo Biagi, uno dei grandi maestri del giornalismo italiano. Se n'è andato con eleganza, umiltà e riservatezza: un po' com'è stata la sua vita da uomo e da giornalista. Per ulteriori informazioni, vi segnaliamo il post che la nostra collega Pilar Codonyer, della EOI di Castelló, ha scritto su Una finestra sull'Italia.
Noi vogliamo ricordarlo come sarebbe piaciuto a lui: parlando dei fatti.
Gli dedichiamo un nuovo blog che abbiamo appena lanciato: Quelli di secondo; un'iniziativa collettiva delle EOI di Ciudad Real, Talavera de la Reina, Madrid, Sagunt e di alcuni allievi della EOI di Lleida, che vuole essere un punto di incontro fra studenti dello stesso livello.

Quelli di secondo vorrebbe far dell'italiano una lingua del narrare, non più legata alla sola dimensione della vita quotidiana e delle interazioni di base; ma anche una lingua per raccontare, esprimere stati d’animo, riferire esperienze personali, raccontare storie, desideri e progetti.
Il blog vuol essere uno spazio che ha a che fare con la storia personale, i fatti e gli avvenimenti quotidiani, i ricordi e le emozioni dei nostri studenti…
Apprendere una L2 non è quasi mai un percorso neutro. Gli atteggiamenti verso la seconda lingua possono essere di rifiuto, o viceversa di attrazione. Ecco, noi vorremmo che l'uso di questo blog fosse davvero un percorso di desiderio e di attrazione, e che la strada da percorrere insieme non fosse limitata solo ai momenti di studio e di apprendimento guidato in classe.

Ciao Enzo.




7 commenti:

vicente ha detto...

Il blog è solo per studenti di queste scuole?

Alberto B.B. ha detto...

Bella l'iniziativa e complimenti per il blog occorre soltanto impegnarsi a scrivere perchè come dice Gianpiero l'italiano che hai cominciato ad apprendere lo porterai tutta la vita e con essa scoprirete nuovi vincoli.
Saluti

Loli ha detto...

Un grande giornalista difensore della libertà.

Amparo ha detto...

Bella questa iniziativa! Aguri.

Gianpiero Pelegi ha detto...

Ciao Vicente, per ora il blog è solo per gli studenti iscritti ai nostri corsi. Comunque, puoi collaborare con noi scrivendo i tuoi commenti.

Angelo ha detto...

Oggi è un cattivo giorno. Enzo Biagi ha chiuso gli occhi per sempre, questa notizia mi ha colpito forte, perché avevo letto che era ammalato, ma non speravo questo finale. Ho conosciuto la figura di Enzo Biagi in due post del Blog, e quando ho letto il primo post ho pensato: “mi sembra che sia un giornalista onesto, è statata una gioa leggere questo post”. E voglio ricordare la intervista a Roberto Benigni; che godimento ascoltare e guardare a questi due geni insieme. Ricordo anche, altro momento felice nella carriera di Enzo; il ritorno alla RAI dopo il suo cattivo licenziamento,....addio maestro! Non posso dimenticare un personaggio,( non voglio dire il suo nome), il politico che ha fatto lizenciare a Enzo con il brutissimo “editto bulgaro” con queste raccapriccianti parole : “ Biaggi e Santoro hanno fatto un uso criminoso della televisione pubblica”. Davvero! Lei è sicuro di queste parole! Il tempo dirà di no....Mah...che sbaglio; a quelli di secondo, congratulazioni!, il blog è una bell’idea.

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie