domenica 18 novembre 2007

Come Vasco Rossi

(foto da internet)

È un’ironia della sorte che Gaia e Luna, di 6 e 9 anni, siano finite la scorsa primavera in testa alla classifica di iTunes con il brano Come Vasco Rossi (guarda il video >>), superando proprio lui, il grande Blasco, che in quel periodo si trovava al secondo posto con una cover di Lucio Battisti: La compagnia (guarda il video >>).

La risposta del cantante non si fece attendere e il giornale “La Repubblica” del 29 aprile pubblicò le dichiarazioni della rockstar:

Ho sentito la canzone delle due sorelline Gaia e Luna. L'ho trovata molto simpatica ed eseguita con grande professionalità. Faccio loro i miei complimenti. La parola 'dio' mi ha lasciato un po' interdetto. Non vorrei essere 'sopravvalutato', qualcuno potrebbe rimanere deluso. Comunque sono orgoglioso di avere fan così giovani e brave alle quali auguro tanto successo.

Non è questo l'unico tentativo di queste bimbe triestine di diventare famose: prima hanno tentato il successo un anno fa con Snappy, il piccolo coccodrillo (guarda il video >>) e nello stesso periodo il loro padre ha registrato anche un’intervista (guarda >>) che non ha esitato a caricare immediatamente su Youtube.

L’esordio delle baby star ha avuto un riscontro favorevole sul web, ma numerosissime critiche sono piovute un po’ da tutte le parti.

Ecco alcune strofe del testo della canzone con dei chiari riferimenti alla discografia di Vasco, e di qualche altro cantante, contrassegnati da un link che rimanda alla fonte da cui attingono:

Vorrei cantare come Vasco Rossi,

vorrei riempire gli stadi come fa Vasco Rossi,

vorrei vedere l'albachiara

perchè siamo solo noi

generazione di bambini

senza più santi nè eroi

siamo solo noi.

Vasco lo sai per me sei un dio

spero che un giorno lo sia anch'io

...

Voglio una vita come Vasco Rossi

di quelle vite che

che non si sa mai

...

e cammino fischiettando per la strada

basta poco e ogni volta bollicine...


E adesso vorremmo farvi alcune domande: le bambine hanno commesso un errore linguistico, quale? Siete d'accordo con l'uso dei bambini nei media? E per finire, vi piacerebbe che i vostri piccoli diventassero famosi?

9 commenti:

sara ha detto...

Non mi piace niente questo show dei piccoli. I piccoli devono giocare e andare a scuola.

Alicia ha detto...

Belle le canzoni di Vasco, ma i bambini devono fare i bambini. Non so dove si trova l'errore.

BertoBB ha detto...

Ha ragione Sarà cosí non si gioca
Ma credo che l'errore sia
Vasco lo sai per me è un dio
Saluti

David ha detto...

Dove è l'errore? I bambini a scuola e no alla televisione.

amparo santaúrsula ha detto...

Non so se mi piacerebbe che i miei piccoli diventessero famosi, penso che sia una decisione abbastanza difficile. Ma conosco una ragazzina che quando era piccola faceva pubblicità di bambole e i suoi genitori mi hanno raccontato che non hanno avuto problemi. La loro figlia aveva tempo per andare a scuola e fare tutto quello che faceva prima di essere famosa.
Per quanto riguarda l'errore, può essere questo?:
"Spero che un giorno lo sia anch'io". Non si deve usare il congiuntivo perché il soggetto è lo stesso.

Trini ha detto...

I miei amici mi hanno detto che la canzone La compagnia è di Battisti e che la cantava anche Marisa Sannia, è così?

Cristina Manfreda ha detto...

L'errore è proprio questo, Amparo. E anche tu hai ragione, Trini: "La compagnia" è una canzone di Battisti e la cantava anche Marisa Sannia.

Se volete ascoltare la versione di Battisti, è qui

http://es.youtube.com/watch?v=yuMfZ-6D-n0

Clara ha detto...

Ha ascoltato la canzone cantata per Battisti e credo che non esiste colore tra Vasco e Battisti: Vasco for ever!
I bambini, come hanno detto su a scuola!

Amparo ha detto...

sí è meglio la versione di Vasco. I bambini devono essere bambini e basta! Dico no a questo uso dei piccoli alla televisione.