sabato 24 novembre 2007

Miseria o nobiltà?


(foto da internet)

Che il “sangue blu” offuschi l’oggettività e, soprattutto, la memoria? Certamente qualcosa di questo sarà successo ai Savoia che hanno elevato una singolare richiesta allo governo italiano. Pare che, poverini, abbiano subito danni morali a causa dei 54 anni d’esilio. Per questa ragione, la Casa di Savoia pretende 170 milioni di euro per Vittorio Emanuele e 90 milioni di euro per il figlio, oltre alla restituzione dei beni confiscati dallo Stato. Eppure, pochi anni prima dell'abolizione della norma costituzionale che costringeva gli eredi maschi di casa Savoia all'esilio, Emanuele Filiberto aveva assicurato: "Se potessimo ritornare in Italia nessuna richiesta di risarcimento".

La notizia è quanto meno sorprendente, perché non pochi ritengono che il risarcimento dei danni dovrebbero farlo loro ad altri. Non a caso non è la prima volta che “l’erede al trono d’Italia” si trova in mezzo a guai giudiziari: negli anni '70 fu coinvolto in un’indagine della pretura di Venezia per traffico internazionale d’armi; pochi anni dopo, nell’isola di Cavallo, dopo aver bevuto "un po’", sparò con un fucile e uccise un diciannovenne tedesco. Il “principe” si è sempre proclamato innocente da quest’ultima accusa e ha detto più volte: “Quell'incidente mi ha rovinato la vita e distrutto al reputazione. La gente mi giudicò senza attendere la sentenza”. Bella faccia tosta! Soprattutto perché proprio lui, durante uno dei suoi abituali arresti, rivela ridendo al compagno di cella di essere colpevole di quel delitto e si compiace di aver fregato i giudici francesi. Di recente il “povero” Vittorio Emanuele viene nuovamente arrestato, accusato di favoreggiamento alla prostituzione ed altre quisquilie di "scarsa" importanza.

In vista delle caratteristiche civiche e morali di Vittorio Emanuele di Savoia, non pensate che la repubblica abbia fatto perdere all'Italia un'occasione d'oro?

4 commenti:

Andreu ha detto...

Meglio la prof porno! Parlatene.

BertoBB ha detto...

Ne leggendo qualche blog a riguardo penso che se si fa revisionismo storico nei confronti di questa nobile casa loro hanno tutti i scontrini da perdere
Saluti

David ha detto...

Sì, molto meglio la profe porno!

Giò ha detto...

Neanche gli stessi monarchici italiani li sopportano più ... che dire: patetici.