mercoledì 28 febbraio 2007

IL FESTIVAL DI SANREMO




(Foto mondoblog.it)



Quasi alla fine del Piano Marshall e un po' prima dell'approvazione della famosa Legge truffa, il 29 gennaio 1951, nel salone delle feste del Casinò, prese il via la più famosa manifestazione canora italiana: Il Festival di Sanremo.
La prima edizione durò tre serate. La radio trasmise lo straordinario evento. Presentò
Nunzio Filogamo, famoso per l'indimenticabile frase d'esordio: "Cari amici, vicini e lontani..."
Vinse, con la canzone
"Grazie dei fior", Nilla Pizzi. Il suo disco ebbe un grande successo di pubblico: se ne vendettero 36.000 copie!!
Molte cose sono cambiate da allora: il Festival non si tiene più al Casinò ma al Teatro Ariston di Sanremo, in un periodo che va dalla fine di febbraio all'inizio di marzo.
Nel corso degli anni la formula iniziale ha subito diversi cambiamenti, ma si tratta, essenzialmente, di una competizione canora in cui diversi interpreti propongono delle canzoni originali che vengono votate da una giuria o dal pubblico a seconda delle edizioni. In oltre 50 anni di storia, per il festival sono passati la maggior parte dei grandi nomi della canzone leggera italiana.

Ieri è iniziata la
57esima edizione del Festival (ascolta la trasmissione sul Festival>>).
Ne approfittiamo per ricordare quell'Italia radiofonica, in cui il Festival nacque; quell'Italia che più tardi cambiò la radio per la tv in bianco e nero, in cui il Festival si affermò, e nella quale la civiltà contadina stava progressivamente scomparendo per far posto all'inurbamento, al boom economico e allo sviluppo industriale; quell'Italia sociologicamente stravolta ma fiduciosa, quell'Italia laboriosa: un paese con una forte memoria storica e un grande impegno politico e sociale; un paese con un futuro che sembrava intatto.
Per far ciò vi proponiamo alcune canzoni che hanno segnato la storia del Festival di Sanremo e che formano parte del nostro immaginario collettivo.
Iniziamo questa breve carrellata dal 1958. Le canzoni di moda parlavano ancora di rose, di bastimenti, di nostalgia e di mamme...
Domenico Modugno , considerato il padre dei cantautori italiani, vinse il Festival di quell'anno con una canzone che significò il punto di rottura della musica italiana tradizionale e l'inizio di una nuova era musicale: Nel blu dipinto di blu (vedi>>).

(Foto da internet)


Nell'edizione del 1967, Luigi Tenco, uno dei fondatori della scuola genovese dei cantautori, partecipò con la canzone Ciao amore ciao (vedi>>). La canzone non fu ammessa alla serata finale del Festival. Tenco si tolse la vita in una camera d'albergo. Nella stanza venne trovato l'ultimo messaggio del cantautore genovese:




«Io ho voluto bene al pubblico italiano e gli ho dedicato inutilmente cinque anni della mia vita. Faccio questo non perché sono stanco della vita (tutt'altro) ma come atto di protesta contro un pubblico che manda "Io tu e le rose" in finale e una commissione che seleziona "La rivoluzione".
Spero che serva a chiarire le idee a qualcuno. Ciao. Luigi.»



(Due grandi cantautori italiani, Fabrizio De André e Francesco De Gregori , dedicarono due bellissime canzoni a Luigi Tenco: Preghiera in gennaio -vedi>>- e Festival -vedi>>-).


L'anno successivo, qualche mese prima della rivolta del maggio del '68, l'indimenticabile Sergio Endrigo vinse il Festival con una canzone cha la critica ha segnalato di recente come il miglior brano musicale della storia di Sanremo: Canzone per te (vedi>>).


Nel 1971, poco dopo il fallito golpe Borghese, Lucio Dalla, con un look in collisione con l'immagine statica del Festival (barba, camicia sbottonata e berretto), esordì a Sanremo con uno dei suoi brani più famosi: 4 marzo 1943 (vedi>>).


Buon divertimento!

7 commenti:

Vicente ha detto...

Mi piace la canzone di Lucio Dalla. Non sapevo niente di Tenco e del festival.

Alicia ha detto...

Canzone per te era di Roberto Carlos.

Sergi ha detto...

ÇBellissime le canzoni di De Andre' e De Gregori dedicate a Tenco che non conoscevo. Grandissimo Modugno in bianco e nero!

Lorena ha detto...

Io non poso scribere bene in italiano. Mi piace molt il blog. La canzone che mi piace piú é Nel blu dipinto di blu.
Ciao

David ha detto...

Esiste un accordo tra i blogs per dare a conoscere il festival di sanremo? Neache io conoscevo Luigi Tenco: mi sembra un buon cantante. Ma suicidarsi solo perché la tua canzone non è ammessa alla serata finale è un po' forte, no?

Fidel ha detto...

Neanch'io conoscevo Tenco. A me piace molto Sergio Endrigo e Dalla.
Le canzoni di De André e De Gregori non le avevo mai sentite, ma sono veramente belle (in quella di De andré manca l'inizio)

Paco ha detto...

me piace molto Lucio Dalla! Io conosceva la canzone che canta qui