domenica 25 febbraio 2007

APPENDO AL CHIODO

(Foto Markus von Grünigen)


Chiodo schiaccia chiodo non è solo di chi lo fa ma anche di chi lo legge! Dopo un anno di attività abbiamo deciso che è giunta l'ora dei lettori vicini e lontani, degli studenti della nostra scuola, dei tifosi e dei colleghi.

Ci proponiamo, dunque, di aprire due nuove rubriche sul nostro blog alle quali potrete partecipare attivamente.
La prima si intitolerà "Appendo al chiodo", felice espressione che Alberto, un nostro affezionato lettore lontano, ha coniato qualche giorno fa.

Di che cosa si tratta? Ebbene, fateci pervenire tutti i link che trovate, i materiali che avete salvato sul vostro computer e i vostri lavori. Li selezioneremo e li appenderemo nel blog, a disposizione di tutti i lettori.
Viva la web 2.0, no?! Nella sidebar troverete uno spazio dedicato a quest'attività.
Il primo chiodino che inseriamo è, giustamente, un link sul lessico che Alberto ci ha girato.

La seconda rubrica si intitolerà "La foto della settimana".
Fateci pervenire le vostre fotografie e noi, ogni settimana, ne sceglieremo una e la inseriremo in un apposito spazio nella sidebar (Luis G. aspettiamo le tue foto!!).
Questa settimana abbiamo scelto una foto di Francesco Paraggio, scattata in un mercato.

Il materiale, e/o qualsiasi altra proposta, potrà essere recapitato tramite chat o a mezzo posta elettronica al seguente indirizzo: revistaeoisagunt@gmail.com

Collaborate con noi!

Chiodini di tutto il mondo unitevi!

6 commenti:

amparo s. ha detto...

Complimenti!!
Questa è una idea geniale.

Luis ha detto...

Buona idea. Non so che pesce è il cefalo. Che significa nafta?

Gianpiero Pelegi ha detto...

Ciao Luis.
Nafta=gasóleo
Cefalo=mújol

Giò ha detto...

Cari amici chiodini, complimenti per la bellissima idea!

Anonimo ha detto...

Complimenti CSC, paso dopo paso diventerai un dritto chiodone, ma sempre tra noi.
Saluti
Alberto

Pilar Puerto ha detto...

Due idee geniale, vado presto a participare. Grazie tante a Alberto per il link del vocabolario e a tutti voi per il vostro contagioso entusiasmo.