giovedì 8 maggio 2008

Affari (incredibili) online

(foto da internet)

Parafrasando l'inizio del famoso romanzo di Jane Austen, Orgoglio e pregiudizio, È un fatto universalmente noto che... quasi tutto si possa fare online.


(foto da internet)



(foto da internet)

  • Vendere i pixel di un sito web a un dollaro (1 dollaro x 1 milione di pixel = 1 milione di dollari!). Questa è stata la brillante idea di Alex Tew, studente inglese, che aspirava a diventare milionario in questo modo. E le cose non gli sono andate del tutto male: pochi giorni dopo aver lanciato questa trovata pubblicitaria, il giovane imprenditore aveva già guadagnato circa 300.000$. Il grande successo della sua idea lo ha spinto a creare un altro sito, Pixelotto, dove il prezzo di vendita del pixel è salito a 2$ . Per incentivare i visitatori al clic sulla pubblicità che apparire sui pixel, questa volta Alex si è inventato un concorso, mettendo in palio la metà del ricavato totale, 1 milione di dollari. Se lo aggiundicherà il visitatore che cliccherà sulla pubblicità giusta.


(foto da internet)
  • Comprare l'istante più bello e bloccarlo nel primo "calendario emozionale online", dove lo si può condividere con tutto il mondo. Il concetto di questo sito è quello di creare un calendario collettivo suddiviso per minuti, in cui il minuter (così si chiama colui che compra il minuto) possa congelare l'attimo che non vuole dimenticare. Chiunque può iscriversi, pagare 1€ e comprare uno dei 525.600 minuti, pari ad un anno solare, per rendere eterno, e famoso, il più bel momento vissuto. Ogni minuto può appartenere ad una sola persona che può riempire la pagina comprata con tutto ciò che desidera: foto, video, lettere.
Il comune denominatore di questi affari in Rete è quello di aver arricchito le persone che hanno creato questi siti.

E voi, che ne pensate? Credete che tutto sia possibile online oppure no? Ah, e conoscete qualche altro strano modo per fare affari su internet?

4 commenti:

vicente ha detto...

Non capisco molto bene questo della rete, ma tutto è un mercato.

Carlos ha detto...

La gente é estrana.

Amparo ha detto...

Penso che ci sono cose che non saranno mai possibile online.
Questa mattina, Franco Battiato ha raccontato nella conferenza stampa che un ragazzo che ha composto alcune canzoni strumentali, ne ha messo cinque o sei su internet perché la gente possa scaricarle senza pagare e dopo ne ha messo altre a un prezzo abbastanza elevato. Il risultato è stato che questa persona ha guadagnato più denaro in questo modo che se lo avesse fatto con una discografica.

Anonimo ha detto...

Sembra che tutto si posso vendere, e più sulla rete. Eppure la gente ha delle idee molto originale per fare affari. Bravo per quelli che lo fanno.
Encarna