domenica 20 aprile 2008

Se mi lasci non vale

(foto da internet)
Che fareste se per una cerimonia importante dovreste spostarvi in un paese straniero e il destino vi giocherebbe uno scherzetto un po’ biricchino, ovvero si “smarriscono” le vostre valigie?
Non sappiamo se vi è mai capitato, ma, per esperienza fatta, vi possiamo assicurare che la frustrazione, l’indignazione e tanti altri sentimenti di rabbia prenderanno il sopravvento, ma, poi, l’impotenza di fronte a una tale situazione vi farà diventare fatalisti, visto che, dopo tanto dannarsi, la rassegnazione vincerà, e concluderete: l’arrivo dei bagagli è come una roulette!

(foto da internet)
Almeno così si suppone che reagisce alla beffa chi l’ha vissuta in prima persona.
Ma... udite udite cos'è successo in Inghilterra! Uno spensierato promesso sposo si è visto quasi rovinare i suoi piani di matrimonio "alternativo" (la coppia aveva deciso di convolare a nozze a Pisa), perché la compagnia aerea aveva perso il bagaglio con il suo vestito, quello del testimone di nozze e perfino quello della sposa.
Il passeggero-vittima, da scanzonato è diventato adirato, anzi adiratissimo, e ha deciso di vendicarsi scrivendo un irriverente rap, The Terminal 5 Song, con tanto di esilarante video di accompagnamento girato in segreto nel nuovo Terminal 5 di Heathrow, costato 4,3 miliardi di sterline e dalla cui inaugurazione ha conosciuto ogni genere di problemi (ritardi cronici e migliaia di bagagli smarriti). Nel video il 29enne Tim Soong (un elettricista di Kennington) e l’amico Andy Baynes mettono alla berlina non solo il faraonico scalo, ma la stessa British Airways, colpevole di aver negato loro il risarcimento per il danno subito nel novembre del 2006.

(foto da internet)
In realtà, tutti gli abiti sono arrivati giusto in tempo per la cerimonia, ma il rinfresco ha richiesto costi aggiuntivi, che Soong si aspettava venissero pagati dalla compagnia. «Quando sono tornato in Inghilterra – ha raccontato al Daily Telegraphho fatto subito richiesta di risarcimento e loro avevano accettato di rifondermi il costo dei voli e dell’hotel a Pisa. Ma poi non ho più sentito nulla, fatta eccezione per un sondaggio nel quale mi chiedevano il mio livello di soddisfazione nei confronti del loro servizio clienti dopo la soluzione della mia denuncia. Ho fatto presente che non c’era stata alcuna soluzione e da allora non ho più sentito nulla». Da qui, la rappresaglia in chiave rap, con il video che è diventato subito un hit sul web, mentre la canzone, che sarà presto un singolo, è trasmessa continuamente alla radio.
Il video segue di poche settimane «Terminal Panic», il gioco online inventato dalla T-Enterprise di Glasgow e dedicato al bistrattato Terminal 5 di Heathrow, nel quale si vede Willie Walsh, amministratore delegato di British Airways, che tenta di caricare le valigie sul nastro trasportatore senza farsi colpire dal carrello. Non appena viene beccato, infatti, i bagagli scompaiono!!!

Ma, non vi scandalizzate, perché non è un’esclusiva inglese! E in Italia, mentre il Premier sembra guardare alla Russia per la crisi Alitalia, guardate cosa succede con i bagagli a Fiumicino e Malpensa!

3 commenti:

BertoBB ha detto...

Nove anni fa sono partito alle tre del pomeriggio da un ostello a Bibao verso l'aeroporto per prendere un aereo da lì a Santiago volo diretto di durata 45min. Dunque sono arrivato a casa alle tre del mattino dopo d'essere costretto a far scalo a Madrid e addirittura una volta a Santiago non appariva la mia borsetta, poi il giorno prima di apparirne mi hanno incassato 50mila pts per lo smarrimento.
D'allora mi piacie fare trasferta con gli aerei è più avventuroso dello stesso viaggio.
Saluti

Trini ha detto...

A me Clickair mi ha perso due volte le valige nel volo Roma-Valencia.

veva ha detto...

Quando mi sono sposata siamo andati negli Stati Uniti. Abbiamo perso il volo Parigi Valencia di ritorno e quando siamo arrivati qua, la valigia con tutto quello que avevamo comprato non é arrivata. Nel aeroporto vi hanno detto che nel aeroporto di Parigi sempre fanno così, lasciano valigie e arrivano il giorno dopo con un altro aereo. Una cosa incredibile, stupida e che io ancora non capisco el perchè! meno male che alla fine il giorno dopo la valigia era quà e portata a casa per loro.