martedì 15 aprile 2008

Non ci resta che piangere!


(foto da internet)

Non ci resta che piangere è il titolo di un film di Benigni e Troisi ma possiamo utilizzarlo oggi per descrivere quel che sta succedendo in Italia. A quest'ora, con i due terzi dei voti per il Senato già scrutati, la destra ha il 47% e il Pd piú L'Italia dei valori si attestano attorno al 39%.

Alla Camera, con quasi il 50% dei voti scrutati, la destra è al 44,9% e il Pd piú il partito di Di Pietro raggiungono a stento il 38,2%.

Governerà, per 5 anni, Berlusconi (III). La Lega Nord avrà un peso maggiore nella coalizione di destra. Le parole comunisti, socialisti e pacifisti spariranno dal parlamento italiano; né la Sinistra Arcobaleno, né i socialisti di Boselli raggiungono il quorum. E' davvero la fine di un'epoca.


9 commenti:

andreu ha detto...

No comment. Che disastro.

vicente ha detto...

Nessuno male dura 100 anni.

xavi ha detto...

un disastro!

veva ha detto...

Disastro assoluto. Mi dispiace tanto. Non sò dov´e arriverà l´Italia con questo personaggio.
Magari le cose cambierano quando se ne vada.

Anonimo ha detto...

Mi temo che gl'italiani e non solo avranno 5 anni per imparare come *fa il caimano*
Saluti
Alberto

sara ha detto...

Un vero peccato. Pazienza.

Anonimo ha detto...

mi dispiace tanto Gianpiero...
Credo che quando qualquno é in lutto deve piangere, gridare, urlare, lamentarsi...ma dopo devi lasciare entrare la speranza e lavorare per il futuro...
Niente è per sempre
Tutto si può cambiare...

" a las barricdas revolucionarios..."

Siamo qui e non siamo soli
baci
Imma

Melina2811 ha detto...

Un vecchio proverbio dice che ogni Stato ha il governo che si merita. Si è trattata di una scelta degli italiani, da me non condivisa, ma spero comunque che le cose andranno bene. Ciao da Maria

Adriana C. ha detto...

disastro assoluto! Allora non ci resta che pienagere ma dopo lavorare per evitare queste calamità! Baccio!