giovedì 10 aprile 2008

Il peso della giustizia


(Tony "Ciccione", foto da internet)

Pesa 210 chili. Non passa dalla porta del bagno. Non c’è letto che possa reggerlo. Nessuna bilancia alla sua portata. Nessuna cella adatta a contenerlo. Risultato? Scarcerazione e arresti domiciliari.

E' accaduto a Salvatore Ferranti, 36 anni, indagato per associazione mafiosa come appartenente ad uno dei clan fedeli ai boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo. Il tribunale di Palermo ha mutato la pena all'uomo, a causa della grave obesità di cui è affetto.

Nel primo carcere in cui era stato rinchiuso, a Palermo, il 9 agosto scorso, non c'era una bilancia dalla portata adeguata al peso di Ferranti. Nel secondo, l’istituto penitenziario di Pesaro la direzione viene costretta ad assegnare al detenuto un 'piantone', un agente di polizia penitenziaria che doveva occuparsi, notte e giorno, di aiutare Ferranti nelle sue necessità giornaliere, fisiologiche e di movimento. Il nuovo trasferimento a Monza non risolve i problemi e la direzione si rivolge al Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria: "Il detenuto non può dormire, non avendo un letto adatto al proprio peso, non può andare in bagno perché non passa dalla porta ...". Inutile anche l'ultimo trasferimento nel carcere milanese di Opera: "Le condizioni di salute di Ferranti - conclude il collegio del riesame - non hanno trovato una degna sistemazione che abbia reso compatibile con la detenzione la grave obesità da cui è affetto l'indagato".

In una situazione simile si è ritrovato tempo fa anche Aristide Angelillo, 225 Kg., che non ha potuto partecipare alle udienze, perché non trasportabile se non in ambulanza attrezzata.

E voi, che ne pensate? Vi viene in mente qualche soluzione a questo "problemino"?


5 commenti:

José ha detto...

clm: comer loa mitad

escola santa anna ha detto...

ai chiodini di 5 anni piace questo disegno dei Simpsons e dicono che la storia è incredibile...
perché no mangia di meno?
vi aspettiamo
baci

escola santa anna ha detto...

Som els alumnes de 4t i estem estrenant l'ordinador que ens acaben d'instal.lar a l'aula.
We're happy!
Siamo felici!
"Verduras al poder"
We're looking for your next visit.
See you soon.

BertoBB ha detto...

Per sgonfiarne o meglio detto *smassare* il problemino occorre per primo arredare il cortile della prigione facendo ad un angolo una piccola cella con un sacco di pane e tino d'acqua dentro, poi *il pappatore* deve solo trascorrere le giornate sgambettando intorno finché sia in grado di sprigionarsi da solo.
6W:
Elezioni: Non è igienico votare Milly

Saluti

escola santa anna ha detto...

Hello. we're the students from 6th of Primary, it's the first visit to your blog from our classroom.
We're deligted!
Secondo noi bisogna fare più attività e mangiare di meno.
We're waiting for our visit.
See you very soon.
I chiodini di Quartell