martedì 15 gennaio 2008

L'anno della patata



(foto da internet)

Il 2008 sarà l'anno della patata. L'idea, lanciata dall'Onu, è venuta al Perù (che ne produce centinaia di specie diverse). L'agenzia Onu che si occupa di cibo e alimentazione ha deciso di puntare sulla diffusione del tubero in tutto il mondo. Nel 2008, infatti, ci si propone di approfondire la comprensione del ruolo della patata nell'agricoltura mondiale, nell'economia e nella sicurezza alimentare globale e di promuovere la ricerca e lo sviluppo di sistemi agricoli basati sulla patata. La patata, quindi, in virtù delle sue caratteristiche, rappresenta una risorsa da sfruttare nella lotta alla fame nel mondo.

La patata, com'è noto, è un tubero commestibile. In Italia si distinguono quattro tipi fondamentali di patate:
  • Patate a pasta gialla, dalla polpa compatta. Sono impiegate per le patatine fritte industriali e casalinghe, ma sono adatte anche per le insalate e le cotture in forno.
  • Patate a pasta bianca, dalla polpa farinosa che si spappola durante la cottura. Sono adatte ad essere schiacciate, per esempio nel purè, nelle crocchette o negli gnocchi.
  • Patate novelle, caratteristiche per la buccia sottile, vengono raccolte quando la loro maturazione non è completa.
  • Patate a buccia rossa e pasta gialla, caratterizzate dalla polpa soda. Sono indicate per le cotture intense quali il cartoccio e la frittura.

Oltre alla patata, vorremmo rendere un piccolo omaggio a un piatto semplicissimo, ricavato dall'umile tubero: gli gnocchi. Un tempo, a Roma, le trattorie esibivamo un bel cartello con su scritto: Giovedì gnocchi e sabato trippa. Il giovedì, appunto, era il giorno consacrato a questo piatto diffuso un po' in tutt'Italia e anche in alcune zone dell'Europa centrale. Oggi vi proponiamo una ricetta semplicissima: gli gnocchi al sugo di salsicce. Per prima cosa bisogna preparare gli gnocchi.

Ingredienti per 4/6 persone:

1 Kg di patate

300 gr di farina

sale q.b. Le patate devono essere preferibilmente a pasta gialla e farinose.



(foto da internet)

Preparazione:

Dopo aver lavato le patate e averle lessate con la buccia, in acqua fredda e poi portata a bollore, sbucciatele e passatele ancora calde allo schiacciapatate su un tavolo, o una base di lavoro infarinata. Salate moderatamente e aggiungete la farina necessaria, dovrete ottenere un composto soffice, ma compatto. Impastare bene gli ingredienti in modo da non trovare grumi o residui di farina. Appena ottenuto un'impasto omogeneo, ricavate da esso tanti filoni con uno spessore di circa due centimetri. Con un coltello o una spatola tagliate i filoni in pezzetti lunghi circa 2.5 cm, spostateli o sul vostro tavolo da lavoro o su un vassoio sempre infarinato. Tuffateli in abbondante acqua bollente salata e scolateli con una schiumarola quando gli gnocchi verranno a galla.




(foto da internet)


Il sugo

Ingredienti:

200 gr di salsiccia di maiale

1 cucchiaio di olio

1 pezzetto di cipolla tritata

1 foglia di alloro

400 gr di pomodori pelati

sale, pepe e zafferano

pecorino grattuggiato

Preparazione:

In una padella abbastanza capiente, mettete l’olio, la cipolla, il peperoncino e la salsiccia che avrete precedentemente spellata e sbriciolata. Passate i pomodori in modo da ottenere una salsa e uniteli al condimento dopo circa 5 minuti. Unite al tutto lo zafferano e il sale e il pepe. Lasciate cuocere per 1 ora. Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, uniteli al sugo e spolverateli con il pecorino.
Fate cuocere gli gnocchi in molta acqua salata per evitare che si incollino l’uno con l’altro.
Per ottenere un sugo cremoso, aggiungete 2-3 cucchiai di acqua di cottura della pasta e lasciate asciugare sul fuoco.

Ecco fatto! Allora, giovedì prossimo, secondo l'usanza romana, gnocchi!!

Buon appetito!








5 commenti:

Andreu ha detto...

IO compro la marca Rana e sono buonissimi e rapidi di fare.

vicente ha detto...

Anche io li compro e li cucino con burro e formaggio. Sono buoni.

Loli ha detto...

Una mia amica ha imparato a fare i gnocchi da sua nonna e li fa buonissimi.Un buon piatto da assagiare.

Xosé María ha detto...

Yo los hago con salsa boloñesa. Están riquísimos.

denis zamaro ha detto...

Molto buoni anche quelli di zucca e poi i "gnocchetti tirolesi" all'uovo e agli spinaci!!! Slurp!