lunedì 17 settembre 2007

E dopo il Vaffa-Day? La parola è ai cittadini!

(Foto da Internet)

Ancora una volta Beppe Grillo (vedi post del 6 settembre) nell’occhio del ciclone!

Alla Festa nazionale dell’Unità a Bologna Grillo era il convitato di pietra, almeno per Piero Fassino, al quale il comico si riferisce con il nomignolo il globulo, che ovviamente si riferiva al comico genovese quando ha detto:

Non è mandando a quel paese la politica che si salva l'Italia. La politica è quella cosa che riempie degnamente la vita... C'è una politica pulita, che noi sentiamo il dovere di mettere al servizio del Paese... La risposta al disagio dei cittadini non può venire dalle caricature demagogiche e dalle denigrazioni populistiche.

È questa la reazione di Fassino alla proposta del comico genovese, affinché i cittadini entrino in politica direttamente, attraverso le liste civiche.

Alcuni, politici e non, non condividono quanto detto dal segretario della Ds, altri invece considerano la proposta un’espressione di vera democrazia.

E voi, cosa ne pensate?


7 commenti:

Vicente ha detto...

IO credo che i partiti sono necesari. Le proposte di Grillo sono buone. I partiti possono prenderle, no? Le liste civiche si possono fare per le municipali, ma per le generali?

Pere ha detto...

Per salvare la politica, le liste civiche sono la unica soluzione.

David ha detto...

Le proposte sono giuste. Anche qui di possono fare.

Andreu ha detto...

Guardate qui che succede con EU! Meglio le liste dei cittadini. Il periodo di elezione deve essere di 10 anni anni.

Anonimo ha detto...

Qua in Spagna ci sono molti comuni che sono governati da partiti "independenti" creati da gruppi di cittadini, non so qual è la differenza con le liste civiche.
Beppe se vuole impadronirsi e farsi capo di questo moVimento qualunquista per promuovere delle riforme elettorali dunque dovrebbe prenderlo sul serio e lasciar le demagogie, allo stesso modo Fassino oltre a fare il suo lavoro a pedina della casta dovrebbe agevolarle se il popolo le richiede.

Maria ha detto...

Le liste civiche sono interessanti. Ma non credo che possono funzionare qui in Spagna.

Trini ha detto...

Sono d'accordo con Grillo. Qui la sua esperienza non potrebe essere valida. In Italia la vita politica va male.