lunedì 25 giugno 2007

Un pezzetto di Oplepo a Valencia

(logo della Giornata europea delle lingue)

Cari lettori (insegnanti) e cari colleghi, abbiamo il piacere di comunicarvi che i Cefire della provincia di Valencia -nell'ambito della celebrazione del 26 settembre, data fissata dall'Unione Europea come Giornata europea delle lingue -hanno organizzato degli incontri dedicati alla didattica delle lingue. Gli incontri si terrano il 28 e il 29 settembre, a Valencia, presso l'IES Benlliure, Carrer Carmelites 13.

Come abbiamo scritto nel titolo, potremmo avere un pezzettino di OPLEPO nella nostra città. Oplepo è l'acronimo di Opificio di Letteratura Potenziale.

Opificio è un luogo nel quale si opera, si produce, si fa e Letteratura è da intendersi qui in senso lato. L'opificio è, quindi, una fabbrica di strutture, di metodi, dei quali interessa dimostrare la potenziale capacità di produrre qualsiasi tipo di testo.
L'Oplepo è nato a Capri nel 1990 ad imitazione del gruppo francese dell'OULIPO.

Nelle suddette giornate, avremo il piacere di avere tra di noi Beatrice Parisi , curatrice della edizione italiana di Verbalia, e collaboratrice di Màrius Serra (vedi>>), membro dell'Oplepo, la quale terrà due incontri durante la sua visita a Valencia: il primo, si terrà in italiano, e s'intitola La lingua batte dove il dante duole (il gioco nell'insegnamento della lingua italiana. Spunti ed esercizi pratici); il secondo, invece, si terrà in spagnolo e s'intitola Enseñar a jugar con las lenguas, para enseñar las lenguas jugando (vedi programma>>).
(foto da internet)

Particolarmente interessante ci sembra anche l'incontro che terrà, sulla didattica dell'inglese, il nostro amico Tim Herdon.

Se volete iscrivervi alle giornate, fate click qui, e se volete conoscere le inziative che si terranno in Europa, in occasione della Giornata Europea delle Lingue, il click va fatto qui>>.
Per finire vi offriamo un contributo, tratto da Verbalia, sui cognomi e le professioni:

(...) segnalando i nomi incredibili (ma garantiti autentici) di alcune ditte italiane, riportati nel libro"Siamo tutti umoristi" (Bietti, Milano 1971) di Umberto Domina: “Fratelli Fermo”, corriere espresso; “Fratelli Rutto”, fabbrica bibite gassate; “Angelo Del Vivo”, onoranze funebri; “E. Malattia”, fabbrica cofani mortuari (via Massacra, 9). Dal canto mio, segnalo la “Polleria Fratelli Galli”, che si trova in via Gallia (a Roma).

E' un'occasione da non perdere! Vi aspettiamo! Più cortile!

4 commenti:

Sonia ha detto...

Grazie per l'informazione. Mi iscrivo.

Anonimo ha detto...

Interessantissimo, mi piaciono tanto le lingue...
Ci vediamo lì di festa per la comunicazione.
Pilar P

Vicente ha detto...

E' solo per insegnanti?

Amparo ha detto...

Molto interessante. Grazie.