martedì 1 maggio 2007

L'Italia riparte dal lavoro



(Foto da Internet)



In Italia la prima commemorazione del 1 maggio risale al 1891, a Roma, in un clima teso con scontri tra polizia e manifestanti. Poi, dopo la strage di Portella della Ginestra, nel 1947, dall’anno successivo, il primo maggio, è sempre stato intrecciato con vicende interne alle confederazioni sindacali e agli sviluppi della situazione politica, sociale ed economica del paese.
«L'Italia riparte dal lavoro» è lo slogan della XVII edizione della kermesse musicale, scelto dai sindacati confederali, CGIL, CISL e UIL. Il concerto rock è diventato un appuntamento fisso della festa del 1 maggio: è una maratona musicale lunga otto ore, completamente gratuita, che ha luogo nel pomeriggio in piazza San Giovanni, a Roma. L'evento, un grande karaoke di piazza, unico in Italia, celebra quest'anno i cinquant'anni del rock italiano.
In questo 1 Maggio 2007 il concerto rende omaggio sia al lavoro che al rock. Al lavoro perché, fedele allo spirito della festa odierna, rivendica una lotta comune a tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né sociali, al fine di affermare i propri diritti, di raggiungere nuovi obiettivi e di migliorare la propria condizione. Epifani, il segretario della Cgil, annuncia che per la data di oggi «chiederemo a tutte le piazze un minuto di silenzio in memoria dei 1.300 caduti ogni anno sul lavoro». Bonanni, della Cisl, sollecita «un decreto immediato» per rompere l'«ipocrisia» legata alle morti bianche. E Angeletti della Uil: «Il lavoro nero è la prima piaga che vorremmo eliminare».
Il secondo tema del concerto sarà il rock, che ha segnato l'inizio di un nuovo modo di fare musica. Il rock — è il messaggio di Cgil, Cisl e Uil — alimenta il bisogno di aggregazione, di rilancio e di ripresa e, dunque, ben concilia i due aspetti. La kermesse ricorderà così il primo festival italiano del rock'n'roll che si tenne a Milano nel '57: sul palco salì Celentano, accompagnato da Giorgio Gaber, Enzo Jannacci e Luigi Tenco.


Buona festa a tutti!

5 commenti:

Andreu ha detto...

A Valencia la mani è alle 11.30 alla piazza di S. Agustí e dopo c'è una festa al giardino di Vivers.

jorge ha detto...

Auguri ai lavoratori chiodini che anche oggi hanno aggiornato il blog.

Sergi ha detto...

Guardate questo video su Portella della Ginestra: http://www.youtube.com/watch?v=GLPP4BgXxoE
Buon primo maggio!

ramon ha detto...

Dopo di vivere alcuni "Primo Maggio"; penso che abbia succeduto due cose: La prima è che la festa torna a rivendicare una lotta comune ai problemi dei lavoratori (in Italia, e Spagna anche la festa è unitaria). La seconda è che non succedono quelle tragedie che hanno segnato di sangue il XIX e XX secolo, perché è dificille dimenticare i morti della" Portella della Ginestra" (1947)e dei "Martiri di Chicago (1887)

Anonimo ha detto...

Complimenti e auguri per questo odierno lavoro a tutti voi.
Il luogo Portella della ginestra è situato intorno al paese detto Piana degli albanesi qui perché si chiama così.
http://it.wikipedia.org/wiki/Piana_degli_Albanesi
Saluti
Alberto