sabato 12 maggio 2007

La fiera del libro di Torino



(Foto da Internet)




Festa grande al taglio del nastro della XXª edizione della Fiera del Libro Di Torino, con il ministro della Cultura Francesco Rutelli, ospite d’onore al Lingotto. L’edizione 2007, dal 10 al 14 maggio, avrà per tema conduttore i confini: un motivo che consentirà di affrontare alcuni tra i problemi più scottanti della nostra epoca. Il confine è infatti ciò che segna un limite, separa, ma allo stesso tempo unisce, collega. Si analizzeranno i confini in alcuni grandi filoni: il primo è dedicato agli aspetti storici, politici e sociali e identifica due tipici casi di città-confine come luogo d’incontro e d’ibridazione di esperienze diverse: Trieste, crocevia di popoli, la città di Svevo, di Magris e culla della psicoanalisi italiana e Istanbul, ponte tra Oriente e Occidente. Così come ci sono i confini invisibili, invalicabili all’interno delle metropoli: il difficile rapporto tra centro e periferia troverà un’esemplificazione nei casi di Londra, Parigi e Napoli; quei confini che segnano delle divisioni e fanno poi scattare la scintilla della rivolta. Si dicuterà anche dei confini della democrazia, e ci si soffermerà inoltre sul confine del difficile dialogo tra l’Islam e l’Occidente.
Il paese ospite è la Lituania, nuovo confine dell’Europa a 25, che trasmette una cultura sofisticata e in costante dialogo con le principali correnti del continente.
Librolandia ha subito registrato un successo di pubblico - per Dario Fo i biglietti si sono esauriti in un batter d’occhio. A tenere a battesimo la XX edizione è stato Umberto Eco con una «lectio magistralis»: Avventure di un bibliofilo.

6 commenti:

Carlos ha detto...

Bellisimo l'articolo di Eco.

Carmen ha detto...

Pecato che il video di Eco è corto!

ramon ha detto...

I libri sono stati (e sono ancora oggi) la mia vera passione. Mi piace leggere quasi tutti i libri, ed è cosi come posso spiegare che nella mia biblioteca ci sono libri tan variati. Da libri di teatro a libri di fantascienza; da fumetti a romanzi storici, e anche qualche libro in italiano. Leggere è almeno per me, una vera gioia, ed i libri sono il migliore regalo che mi possono fare.

jorge ha detto...

Domani, i premi di Edublog. In bocca al lupo, chiodini. Se il premio di 20blogs glielo hanno dato a un tassista, magari questo di edublog glielo danno alla vostra ferramenta.

Anonimo ha detto...

Complimenti e tanti auguri Giuli
Alberto

Anonimo ha detto...

Mi è piaciuto visitare la fiera e ascoltare gli interviste.Per me i libri sono buonissimi compagni di vita. Amo le parole sia a l'aria (conversazioni, canzoni, pelicole) o scritta ai libri, ai quaderni dei bambini, ai blog...
Sono tante le possibilità di viaggio che ti offerono.
Pilar P.