venerdì 1 febbraio 2008

Una vigilessa un po' particolare

(foto da internet)
Dove porta l’esasperazione!
I residenti di via Capitanio, a Spinea, un piccolo paese in provincia di Venezia, esasperati dal traffico e dagli automobilisti che hanno la sindrome di Schumacher, cioè falsi piloti che premono sull’acceleratore senza preoccuparsi del limite di velocità di 30 km all’ora, le hanno provate tutte, persino a mettere, sul ciglio della strada, un cartello che gentilmente chiede di rallentare («Per favore rallentare. Grazie.»), ma tutti i tentativi sono stati vani, e non sono serviti a niente.
«Abbiamo fatto petizioni e chiamato i vigili, che qualche volta vengono, ma poi gli automobilisti ricominciano a correre», raccontano gli abitanti sulle pagine della Nuova Venezia. Però la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la morte di Fiocco, un gatto di pochi mesi, schiacciato da un’auto lanciata a tutta velocità.
Allora qualcuno ha suggerito di ricorrere a un finto autovelox, ma l’artigiano incaricato di realizzarlo ha preso un altro tipo di decisione: ha preferito creare una sexy-vigilessa. È bionda, indossa una vertiginosa minigonna, è di legno... ma funziona: è la sexy-vigilessa, in divisa non proprio d’ordinanza, che con la paletta spianata aspetta al varco le auto che sfrecciano lungo la via.
Chissà una scelta un po’ banale, che ricalca i luoghi comuni dell’automobilista italiano che fischia le donne in minigonna, o addirittura, si ferma sulle strade provinciali per vedere se c’è qualche fanciulla disposta a “offrire i suoi servigi”.
Fatto sta che la vigilessa funziona e gli abitanti, finalmente più tranquilli, dicono: «Le auto, forse per spavento, forse per curiosità, rallentano e guardano».

3 commenti:

BertoBB ha detto...

Questa volta sì, un bel deterrente anche un pò maschilista, giusto per arrestare gli smanettoni.
Saluti

vicente ha detto...

Probiamo anche qui!

Trini ha detto...

Un po' stupido, no?