martedì 5 febbraio 2008

Si può vivere con 1000€ al mese?

(foto da internet)

Che gli operai facciano fatica a sbarcare il lunario, non è certo una novità. Piuttosto strano invece è che i datori di lavoro se ne accorgano. Ma fortunatamente non sempre è così!

Enzo Rossi, titolare del pastificio di Ascoli Piceno "La Campofilone" ha cercato di mettersi nella pelle dei suoi operai e di vivere con uno stipendio di 1000€: non è arrivato a fine mese ed ha deciso di aumentare di 200 euro la busta paga dei suoi dipendenti.

L’imprenditore marchigiano spiega come sono andate le cose:

Io mi sono assegnato 1.000 euro, e altri 1.000 sono arrivati da mia moglie, che lavora in azienda con me. Duemila euro per un mese, tante famiglie vivono con molto meno. Abbiamo fatto i conti di quanto doveva essere messo da parte per la rata del mutuo, l'assicurazione auto, le bollette... Con il resto, abbiamo affrontato le spese quotidiane. Il risultato è ormai noto: dopo 20 giorni non avevamo un soldo. Mi sono vergognato, anche se ero stato attento a ogni spesa. Sa cosa vuol dire questo? Che in un anno intero io sarei rimasto senza soldi per 120 giorni, e questa non è solo povertà, è disperazione.


(foto da internet)

Un esempio da imitare, ma che nessuno ha seguito. Eppure persino Luciana Littizzetto, allergica ad ogni tipo di sponsorizzazione, a Che tempo fa ha invitato esplicitamente ad acquistare la pasta della Campofilone.


(foto da internet)

Comunque il gesto di Rossi, oltre a migliorare la qualità della vita dei suoi dipendenti, gli ha consentito di guadagnare credibilità agli occhi dei consumatori. Un esempio che dovrebbe stimolare altri imprenditori a riflettere sugli stipendi da fame di tanti operai. Soprattutto perché per la Generazione 1000€, per i milleuristi, per i nuovi poveri, l’unica possibilità è quella di una vita da cani, proprio come quella dei protagonisti del film di Dino Risi I mostri.

12 commenti:

vicente ha detto...

Questo è un grave problema per la società. Il caso dell'impresario italiano è molto raro.

bibiana ha detto...

ciao Cristina, veramente non è facile vivere con 1000€, dobbiamo fare miracoli per arrivare a tutti i pagamenti. Aspetto che altri imprenditori faranno uguale che questo signore.

Loli ha detto...

Enzo Rossi con il suo gesto ha fatto una buona pubblicità alla sua pasta.Sicuramente ora guadagnarà molto di più di quello che deve spendere per aumentare la busta paga dei suoi dipendenti.Per lo meno avrano 200€ di più per poter arrivare a fine mese.

Lola ha detto...

Io vivo con 1200 euro. Non va molto bene.

andreu ha detto...

Questo è il capitalismo feroce. Questo signore è un caso raro.

Xavi ha detto...

Guarda qui: http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/spettacoli_e_cultura/virzi-precari/virzi-precari/virzi-precari.html

sara ha detto...

Il vero problema è che esiste una generazione intera di milleuristi. Cosí un paese non può funzionare.

Anonimo ha detto...

Ho un familiare che guadagnava meno di mille euro faccendo il contabile in un'azienda,oggi guadagna lo stesso ma devi fare la dichiarazione dei redditi perché fa la contabilità di due imprese della stessa ditta. E allora come si fa! i politici solo vanno d'accordo sul loro stipendio e le loro vitalize pensioni.
Saluti
Alberto

Alicia ha detto...

Anche io sono quasi milleurista. Ancora vivo con i genitori!

José ha detto...

Anche io vivo ancora con la mia famiglia per colpa del lavoro di milleurista. E' una vergogna.

Miguel ha detto...

si può vivere con 1000 euri al mese? siiiiiii. Come? Grazie ai padri! Proposte: http://www1.izquierda-unida.es/noticia_final.jsp?id=1084

amparo santaúrsula ha detto...

È molto difficile, anzi impossibile, vivere con uno stipendio di 1000 euro. Io sono anche milleurista e posso arrivare a fine mese perché abito con i miei genitori e non ho molti pagamenti da fare.
Quello che ha fatto Enzo Rossi dovrebbero farlo tutti gli imprenditori. È una buona iniziativa.