mercoledì 27 maggio 2009

Pranzo di Ferragosto



Ha ricevuto il riconoscimento il "Premio De Laurentiis" come migliore opera prima della 65ma Mostra del Cinema di Venezia ed è stato accolto dagli scroscianti applausi del pubblico della 23ª settimana della Critica del Festival di Venezia. Si tratta di “Pranzo di ferragosto” esordio alla regia e all'interpretazione per lo sceneggiatore romano Gianni Di Gregorio, Un low budget per un film che il regista ha girato nel suo appartamento trasteverino e che affronta un problema attualissimo: gli anziani. Intelligente ed onesto, girato quasi come un documentario, il film affronta l'argomento con uno sguardo lucido, affatto indulgente con le vite dei protagonisti. Una vero e proprio gioiello che dimostra che con pochi soldi si può raccontare una storia con profondità ed intelligenza, che permette vari spunti di riflessione. Pubblico e critica hanno applaudito questa commedia che celebra la rinascita della migliore commedia italiana. Finalmente il film è arrivato a Valenza nelle sale Lys e Albatros (in versione originale con i sottotitoli in spagnolo).
Il film ha un tocco autobiografico, come spiega lo stesso autore:

Figlio unico di madre vedova, ho dovuto misurarmi per lunghi anni, da solo, (moglie e figlie si erano dileguate per istinto di sopravvivenza), con mia madre, personaggio di soverchiante personalità, circondato dal suo mondo.
Pur se provato, ho conosciuto e amato la ricchezza, la vitalità e la potenza dell’universo dei “vecchi”. Ma ho anche visto la loro solitudine e vulnerabilità in un mondo che cammina a passo accelerato senza sapere dove va perché dimentica la sua storia, perde la continuità del tempo, teme la vecchiaia e la morte ignorando che nulla ha valore se non la qualità dei sentimenti.
Nell’estate del 2000 realmente l’amministratore del condominio, sapendomi moroso, mi propose di tenere sua madre per le vacanze di ferragosto. In un sussulto di dignità rifiutai, ma da allora mi chiedevo spesso cosa sarebbe potuto succedere se avessi accettato.
Questo è il risultato.




3 commenti:

vicente ha detto...

Che cosa sono gli anzeni?

Amparo ha detto...

Questo fine settimana andrò a vedere il film, penso che possa essere divertente.

Amparo Santaúrsula

Cristina Manfreda ha detto...

Scusa per lo sbaglio, Vicente, volevo scrivere gli anziani.