mercoledì 6 maggio 2009

Lisistrata non abita più in Grecia

(foto da internet)

Circa duemila anni fa il poeta greco Aristofane scrisse una commedia audace ed universale, il cui titolo era tutto un programma: Lisistrata (da λυσις/lysis = scioglimento; στρατος/stratos: esercito) ovvero “colei che scioglie l'esercito”. L’opera viene rappresentata nel 411 a. C. ad Atene e l’argomento è a dir poco originale: la guerra del Peloponneso è ormai incontrollabile e Lisistrata, una massaia di Atene furba ed energica, convince le donne delle città elleniche in conflitto ad iniziare uno sciopero inusuale: non si concederanno ai propri mariti finche finché la guerra non sarà finita. Le donne di Sparta, Beozia e Corinto all’inizio sono contrarie alle decisioni di Lisistrata, ma alla fine accettano il patto di alleanza Il ricatto basato sui primari istinti sessuali indurrà gli uomini ateniesi ad accettare senza alcun tipo di riserva tutte le condizioni di resa poste dagli spartani per firmare la pace.

Ma questo è soltanto teatro. La vita però a volte è teatro. O meglio, la finzione è uno spunto per la vita. reale. La verità è che l’insegnamento di Lisistrata è giunto fino ad oggi ed il suo esempio è stato seguito da donne molto lontane geograficamente dalla Grecia, ma molto vicine nello spirito all’eroina del commediografo greco.



(foto da internet)

In Colombia, il paese più violento del mondo secondo l’ONU, alcuni anni fa le donne iniziarono uno “sciopero sessuale” per convincere i propri mariti a porre via le armi.

L’anno scorso questo particolare tipo di ricatto è stato scelto da alcune donne israeliane ultraortodosse, come protesta di solidarietà per un ritardo nel pagamento degli stipendi delle inservienti dei mikve.

Quest’anno anche le donne kenyote hanno deciso di scioperare in questo modo per protestare contro i leader del Kenya e chiedere loro di prendersi la responsabilità del paese.

Non si tratta di uno sciopero così strano dunque: in Italia c'è persino una canzone sull'argomento!


3 commenti:

vicente ha detto...

La mia teoria: chi è violento è perché fa poco l'amore. Quindi bisogna praticare pìù.

Sara ha detto...

Una buona iniziativa ma non so se servirá.

Amparo ha detto...

Uno sciopero molto originale ma non so se funzionerà.

Amparo Santaúrsula