mercoledì 14 marzo 2007

GITA A SAGUNTO




L’8 marzo, festa della donna, abbiamo pensato di rendere un piccolo omaggio alle allieve, straniere e non, del corso 1C d’italiano.
Abbiamo chiesto alla nostra ex allieva Irene A., di farci da guida e di mostrarci le bellezze della nostra cittadina.
Irene ha accettato volentieri il nostro invito e così, in una giornata soleggiata, ma fredda e ventosa, ci siamo dati appuntamento alle dieci davanti al Comune.
Da lì Irene ci ha riunito nella vicina Piazza della Peixcateria e ci ha spiegato la sua funzione di mercato del bestiame nel Medioevo.
Siamo risaliti sino alla Plaça Major e sotto i portici abbiamo immaginato il mercato medievale, con gli artigiani e i venditori.
Irene ci ha regalato una riproduzione di una moneta romana e, con la moneta appesa al collo, ci siamo diretti verso la chiesa di S. Maria. Ne abbiamo ammirato le tre porte e le lapidi romane situate nel muro sottostante la porta nord.
Da lì siamo discesi di nuovo in Piazza e abbiamo percorso un tratto della salita che conduce al Castello. Abbiamo ammirato i resti della torre eretta dagli ebrei a difesa del loro quartiere, il Palazzo (e lo scudo) del Duca di Gaeta e ci siamo addentrati nel ghetto. Ne abbiamo ammirato i vicoli e ci siamo soffermati davanti alla probabile ubicazione della sinagoga.
Siamo discesi di nuovo, uscendo dal ghetto, e abbiamo imboccato una viuzza in salita che ci ha condotto all’Eremo del Sangue, in cui sono conservate le macchine della Settimana Santa.
Abbiamo ripreso il nostro cammino in salita e siamo giunti al Teatro romano. Irene ci ha raccontato del polemico restauro del Teatro e degli spettacoli che vi si tengono d’estate.
Alla fine della visita guidata, siamo scesi sino alla Plaça del Furs e da lì siamo andati alla sede di Saguntur.
Irene ci aveva preparato una bellissima sorpresa: pasticcini tipici della zona, un ottimo vino dolce e musica medievale!!


Una giornata veramente simpatica!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

È una città incantevole e farcita di storia, quando abbia il tempo ci andró a far visita e pure a voi,ma queste settimane ho imparato un ventaglio di termini che fanno referenza alle strade oltre via ci sono: Viottolo,Angiporto,Viuzza,Vicolo.
Chi ha di più?
Saluti
Alberto

Gianpiero Pelegi ha detto...

Ciao Alberto, ti aspettiamo. Saluti.

amparo s. ha detto...

Complimenti a tutti i professori che fate questo blog. Oggi il blog del dipartimento di italiano è notizia nella stampa.
SALUTI!!!