martedì 10 aprile 2007

Pasquetta: gita fuori porta


(Foto da Internet)

Ieri, Pasquetta, si sono concluse le festività pasquali: il lunedì dell’Angelo allunga le brevi vacanze di Pasqua, e la tradizione vuole che a Pasquetta si faccia una scampagnata all’aria aperta per godere dei primi profumi dell’aria primaverile.
Saranno stati circa 7 milioni gli italiani che hanno fatto una gita fuori porta nel giorno di Pasquetta. Le splendide giornate primaverili hanno invogliato gli amanti dello sci, nonché della tintarella primaverile d'alta quota; gli amanti del mare, invece, hanno optato per le spiagge: si sono prese d'assalto le isole, dalle Eolie a Capri, Ischia e Procida. Un altro milione e mezzo ancora hanno optato per una passeggiata ospitale e rilassante negli agriturismi. C’è poi chi ha scelto le mete d'arte: i Sassi di Matera e le città d’arte hanno registrato il tutto esaurito.
Dalla serata di ieri il rientro è previsto piuttosto faticoso, e la situazione traffico da ieri sera e per tutta la giornata di oggi è da bollino rosso.
Con la chiusura delle feste pasquali finisce anche la tregua nei trasporti e ricominciano gli scioperi.

Buon rientro a tutti!

3 commenti:

Maria ha detto...

Era bello quando a Valencia si faceva la pasquetta al fiume Turia, con i panini, la corda...
Non andate fuori?

Amparo ha detto...

Sì, era bello María. Oggi fanno lo stesso che facevamo noi 40 anni fa gli emigranti. E' giusto.

Adriana C. ha detto...

MI piace restare al mio paesino(port di sagunto)quando tutto il mondo se ne va fuori.Godere della tranquillità, senza il rumore delle machine e delle costruzioni.