mercoledì 11 febbraio 2009

I bestemmiatori


(foto da El País)

Sono nato in un piccolo borgo dell'Italia centrale nel quale c'era, un tempo, un solo bar. Si chiamava 'l bar, e basta. Era un bar peso, per dirla alla Benni. Era frequentato esclusivamente da un pubblico maschile e, specialmente nelle serate d'inverno, per entrarci bisognava farsi largo a gomitate. C'erano nuvole di fumo che si potevano tagliare con un coltello. Gli avventori discutevano di politica, del raccolto, del tempo, di sport, delle cose del paese e...  bestemmiavano. In questa zona dell'Italia credo ci sia la più alta concentrazione mondiale di bestemmiatori per metro quadrato. 
Dicono che, dalle nostre parti, le bestemmie, pur nella loro forte trivialità, non sono volgari; sono delle non bestemmie. Le nostre bestemmie ricordano i numeri interi: i numeri positivi sono a destra dello zero, quelli negativi a sinistra, ma il loro valore assoluto è sempre lo stesso. L'opposto di un numero intero è un altro numero con lo stesso valore assoluto ma di segno contrario. Forse più che svalutare e schernire una divinità, dalla nostre parti si nega Iddio affinché esso ci sia, sia presente. Forse si ha bisogno del suo valore negativo per affermarne quello positivo.
Al bar del mio paese ho sentito bestemmie di ogni tipo: il più delle volte erano dirette e taglienti, senza eufemismi. Pensavo che ormai non mi sarei più scandalizzato di niente. Invece, in questi giorni, ho sentito le bestemmie più volgari e indecenti che si possano immaginare.  Quali? Quelle rivolte alla famiglia Englaro: a Beppino e a sua figlia Eluana. 
Voi come definereste affermazioni quali: "E' ancora bella, ha il ciclo mestruale, può concepire un figlio", o ancora "per quanto mi riguarda Eluana Englaro non è morta, è stata assassinata" e "Il padre si è fatto giudice e boia".
Non mi è mai capitato, nelle serate d'inverno passate al bar del mio paese, nel sentire una bestemmia, di volgere il viso dalla vergogna; lo faccio adesso, con un sussulto, dinanzi a tali parole.

7 commenti:

vicente ha detto...

http://www.elpais.com/articulo/sociedad/Pidan/perdon/Beppino/Englaro/elpepusoc/20090211elpepisoc_4/Tes

un paese strano.

Anonimo ha detto...

E' un tema difficile. Ma ora è meglio il silenzio.
Trini

andreu ha detto...

Questa è una cosa grave. Io credo che Eluana non ha a che vedere con il vero motivo della polemica: una specie di golpe nascosto fatto per Berlusconi.

Anonimo ha detto...

Questo padre ha avuto molto coraggio. Si merita tutto il nostro rispetto.
Maria

sara ha detto...

Anche io ho vergogna di queste parole. E' incredibile la manipolazione del governo italiano.

Ángel ha detto...

Auguri per il compleanno. In questo tema io credo che ha ragione Andreu: Eluana è solo una scusa. I motivi che sono dietro sono altri. Adesso solo rispetto.

Amparo ha detto...

Mi pare vergognoso. Come può essere che si dicano affermazioni come queste?. Non lo capisco.

Amparo Santaúrsula