giovedì 26 febbraio 2009

Croce (g)Rossa


(Foto da internet)

Che la sanità italiana sia in crisi non è certo una gran novità. Meglio, allora, riderci sopra. Per farlo, partiamo da Freud. Secondo il padre della psicanalisi un motto di spirito è paragonabile ad un'opera d'arte: utilizza, infatti, gli stessi meccanismi d'espressione del sogno, momento in cui mediante il cosiddetto processo di condensazione parole vengono fuse in una sola, per cui una singola espressione può esprimere cose diverse e arrivare al doppio senso. A conclusione di questo processo si ha la liberazione dei contenuti presenti nel nostro inconscio e lo sprigionamento dell'energia psichica che prima li bloccava. È proprio la liberazione improvvisa di questa energia quella che, secondo la teoria freudiana, scatena la risata in chi ascolta una barzelletta. Torniamo alla sanità italiana. 



(foto da internet)

Un giornalista -noto con lo pseudonimo di Camillo Delellis- ha raccolto, in cento pagine, le battute e le gaffes più divertenti legate al lavoro quotidiano del personale sanitario, in ambulatorio, nelle corsie degli ospedali, nelle ambulanze e al pronto soccorso. Il libro vuole sdrammatizzare le nostre paure quotidiane in fatto di salute, le nostre ansie e le nostre paranoie. Medici e infermieri, pazienti e operatori sanitari, offrono un quadro diverso della sanità italiana. Eccovi alcune battute:

REFERTI MEDICI

Il paziente dichiara di essersi scontrato con una pompa di benzina proveniente dall'altra direzione.

CHIAMATA AL SERVIZIO D'EMERGENZA

Centrale a ambulanza: "Il paziente è cardiopatico?". Ambulanza a centrale: "Negativo. Paziente operaio".

DIALOGHI PAZIENTE-MEDICO

Dottore, divento allergico quando ci sono i polli nell'aria!

Il personale sanitario italiano ha bisogno del lettino dello psicanalista? Medici, infermieri e portantini sono diventati artisti della risata o hanno deciso di rimpiazzare Carlo Dapporto (vedi>>)?

4 commenti:

vicente ha detto...

Mia moglie mi raconta molte storie di questo tipo. Un signore un giorno ha detto: "Tengo unos dolores de tipo romántico"

Anonimo ha detto...

dialogo paziente-medico
Vosté esputa?
La figa de ta mare!
Sergi

Adriana C. ha detto...

Mio marito l'ha detto al medico che è "alérgico al ácido fórmico", e lui ha scritto "alérgico al ácido fólico",questo senza dire che il medico era "quasi ubriaco"...non sará questa "l'insegurità sociale"?
Saluti.

Amparo ha detto...

Sono sicura che sarà un libro divertentissimo.

Amparo Santaúrsula