mercoledì 4 febbraio 2009

Da 8 1/2 a Nine

(foto da internet)

8 e ½ , il mitico film di Federico Fellini, è, senza ombra di dubbio, un vero capolavoro! Ma non siamo gli unici ad avere questa opinione, lo affermano anche i critici che lo hanno situato al 5º posto nella classifica dei 300 migliori film di tutti i tempi.

Il film racconta la storia di Guido Anselmi, un regista quarantacinquenne, che si trova ad affrontare una profonda crisi esistenziale e creativa. I produttori e i giornalisti lo assillano con domande sul suo prossimo film mentre il tempo a sua disposizione trascorre inesorabile. Guido rivive la sua infanzia, incontra di nuovo la sua amante (Sandra Milo), sua moglie (Anouk Aimée), una creatura ideale (Claudia Cardinale) e sua madre, mescolando realtà e fantasia, presente e passato, mentre prepara un film che forse non realizzerà mai.

Questo film è stato definito dallo stesso Fellini: "Un misto tra sgangherata seduta psicanalitica e un disordinato esame di coscienza in un'atmosfera da limbo”, mentre lo scrittore Dino Buzzati lo considera: “La masturbazione di un genio”.




La pellicola vinse l’Oscar al migliore film straniero nel 1963 e forse questo ha contribuito in modo notevole alla smisurata passione che gli americani nutrono verso questa opera d’arte nostrana. Prova di questo è che il 9 maggio del 1982, sul palcoscenico di un teatro americano, a vestire i panni di Guido Anselmi è Raúl Juliá e lo spettacolo raggiunge ben 729 rappresentazioni. La storia è la stessa, ma alcune cose cambiano come, ad esempio il titolo, che aumenta di mezzo punto: da 8 e 1/2 diventa Nine. Probabilmente, ciò che gli americani non sapevano è la ragione di questo strano nome: questa pellicola viene dopo otto altri
film di Federico Fellini più un "mezzo" (cioè l'episodio Le tentazioni del dottor Antonio del film Boccaccio '70, girato assieme a Vittorio De Sica, Mario Monicelli e Luchino Visconti).

(foto da internet)

Il musical Nine ha riscosso un successo strepitoso ed è stato rappresentato, a Londra, a Brodway, al Folies Bergère... e fra poco approderà nelle sale cinematografiche. Nei ruoli principali Daniel Day Lewis (Guido), Sofia Loren (la madre), Marion Cotillard (la moglie), Penelope Cruz (l’amante) e Nicole Kidman (la musa ispiratrice).


Credete che questo cast d'eccezione riuscirà a migliorare questo capolavoro di Fellini?

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Nunca segundas partes fueron buenas

Anonimo ha detto...

Io ho visto questo film fa molti anni. E' molto bello. Non so come sará Nine.
Andreu

Amparo ha detto...

Non lo so ma penso che sia un po' difficile.

Amparo Santaúrsula