venerdì 12 settembre 2008

Zuppa inglese (seconda parte)

(foto da internet)


Le origini e l’etimologia della zuppa inglese sono molto contestate. C’è chi afferma che, nonostante il nome suggerisca il contrario, questo dolce sia stato inventato in Francia durante la guerra dei cent’anni, altri assicurano che l’autore della ricetta sia stato Vincenzo Agnoletti, cuoco della duchessa Maria Luisa di Parma, mentre alcuni sostengono che sia una rielaborazione ferrarese del britannico trifle. Una cosa è certa: si tratta di una ricetta che ha origini molto antiche, infatti già nel 1552 fonti certe affermano che questo dessert fu servito a Siena al duca di Correggio, inviato da Cosimo de’ Medici per trattare la resa degli spagnoli fatti prigionieri dalle truppe del papa Pio II.

Comunque se questo dolce è arrivato fino ai nostri giorni, la ragione è ovvia, non credete?

La cosa migliore è che voi stessi constatiate perché si tratti di un dolce così noto e apprezzato nel Bel Paese. E siccome l’Italia non è dietro l’angolo, forse è meglio che la prepariate voi stessi e ci scriviate poi se vi è piaciuta.


Ingredienti:

  • quattro tuorli
  • quattro cucchiai di zucchero
  • un cucchiaio e mezzo di farina
  • 30 gr di cacao amaro
  • 250 gr di pan di spagna ( si può preparare anche con i savoiardi)
  • mezzo litro di latte intero
  • un bicchierino di rum
  • un bicchierino di Alchermes
  • uno di cognac
  • una scorzetta di limone


Preparazione:


preparare la crema pasticcera. lavorare i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere un composto soffice e cremoso, quindi unire la farina ed amalgamare bene. Bollire il latte assieme alla scorzetta di limone. porre il composto in una casseruola e, a bagnomaria, versarvi a poco a poco e mescolando il latte. Quando la crema sarà addensata togliere dal fuoco e ad una metà mescolare il cacao. porre in un piatto da portata fondo uno strato di pan di spagna, irrorarlo, ma non troppo, con i liquori e coprirlo con la crema al cioccolato. coprire con il pan di spagna rimasto, irrorare con i liquori e ricoprire con la crema pasticcera. Mettere in frigorifero per qualche ora.


Buon appetito!


Ci auguriamo che la vostra reazione dopo aver assaggiato questa ricetta non sia quella di Renato Pozzetto in questo video.






7 commenti:

Vicente ha detto...

Questo è un piatto buonissimo (in Italia).

Xosé María ha detto...

La zuppa inglese me sale muy bien. En algunos sitios (en Italia) la he probado sin chocolate.

Maria ha detto...

Ho assaggiato questo piatto molte volte in Italia. E' buonissimo. Consigliato!

Amparo ha detto...

Io non l'ho assaggiato mai ma penso che abbia troppo alcool per me.

A proposito, non ho potuto vedere nessun video, cosa posso fare?.

Amparo Santaúrsula

carlita ha detto...

mmmmmmm

Gianpiero Pelegi ha detto...

Ciao Amparo, ho provato con diversi navigatori: i video si vedono correttamente. Forse è un problema del tuo computer.

Amparo ha detto...

Grazie Gianpiero. Alla fine sono riuscita a vederli.

Amparo Santaúrsula