mercoledì 24 settembre 2008

I cognomi ... in Italia

(foto da internet)
In Italia sono circa 350.000 i cognomi censiti, evviva la creatività.
Ogni cognome ha una sua storia: quelli più illustri risalgono all’alto medioevo quando i nobili ne facevano sfoggio come segno distintivo. Con la nascita dei comuni, invece, si cominciò a diffondere il cognome nel popolo: soprattutto nelle grandi città la popolazione, ormai numerosa, sentiva l’esigenza di distinguere i cittadini, visto che il nome proprio cominciava a non essere più sufficiente per l’identificazione personale. Così ogni persona si attribuiva un cognome che derivava da soprannomi, patronimici, nomi di mestiere oppure etnici.
Fu il Concilio di Trento nel 1564 a rendere obbligatoria la registrazione dei battezzati con nome e cognome, affidando di fatto ai parroci il compito di registrare la diffusione di massa dei cognomi.


(foto da internet)
Il signor Esposito, tipico cognome del Sud, probabilmente sa che la sua discendenza non è certo illustre; infatti viene dalla "ruota degli esposti", istituzione assistenziale per la cura dell'infanzia abbandonata, e tutti i bambini ricevevano il nome di battesimo dalla balia che li aveva in carico: il cognome era uguale per tutti.
Il signor Fumagalli forse non sa o non vuole sapere l’origine del suo cognome. E in effetti, essere accomunato a un ladro di polli potrebbe non fare piacere. Eppure questo cognome, tipicamente bergamasco, nasconde un’attività truffaldina. «Fumare» è infatti un’espressione gergale lombarda adoperata per indicare sia la cottura alla brace, sia la sottrazione abusiva di un bene. "Fumare i galli" significa quindi cuocerli, ma anche e soprattutto rubarli.
Neppure il signor Baglioni può immaginare quanto fossero odiati i suoi antenati. I bagli, infatti, erano dei funzionari statali addetti alla riscossione delle tasse, all’esecuzione delle condanne e alla convocazione delle milizie.
(foto da internet)
Per rimanere nelle curiosità, qualche esperto si è cimentato a selezionare i primi 10 cognomi più diffusi nella penisola sulla base degli elenchi telefonici. Si parte da Rossi, per passare a Russo, Ferrari, Esposito, Bianchi, Romano, Colombo, Ricci, Marino, Greco.
Ma se fino a qualche giorno fa tutti gli italiani solo avevano il cognome paterno, adesso la Cassazione ha stabilito che i tempi sono maturi per attribuire ad un figlio il cognome materno, nel caso in cui entrambi i genitori siano d’accordo.
La Suprema corte cita l'approvazione, il 13 dicembre 2007, del Trattato di Lisbona, per sottolineare che anche l'Italia, come tutti i 27 stati membri, ha il dovere di uniformarsi ai principi fondamentali della Carta dei diritti Ue.
Questo nuovo affondo della Cassazione a sostegno del cognome materno in sostituzione del patronimico - «retaggio di una concezione patriarcale della famiglia non più in sintonia con l'evoluzione della società e le fonti di diritto soprannazionali» - nasce dal ricorso di una coppia milanese che da anni conduce la battaglia per dare ai propri figli il cognome materno.

Quindi, no a qualunque discriminazione fondata sul sesso!

7 commenti:

Patricia ha detto...

già era ora!

Amparo ha detto...

Mi pare una buona idea quella di dare ai propri figli il cognome materno ma ci sono cose più importanti nella vita.
Per quanto riguarda l'origine dei cognomi è una questione molto interessante.

Amparo Santaúrsula

Anonimo ha detto...

Ciao Giuliana!! Molto interessante quello dei cognomi.
Esposito é anche en Espagna un cognome -Expósito-, ed a lo stesso origine. Questo origine é anche dato ad altri cognomi molto comuni.
Per questo del cognome materno, sono d'acordo con Amparo.
Encarna

Loli Romero ha detto...

Mi sembra pazzesco che nel 2008 ancora le donne italiane non abbiano il diritto di dare il cognome al propio figlio.È un diritto assolutamente necesario nella lotta contro la discriminazione fondata sul sesso.

BertoBB ha detto...

Allora il cognome Materasso da dove viene? non voglio pensarci.
Bisognava che gli italiani avessero doppio cognomi, l'ordine sarà un'altra battaglia.
Saluti

Mercedes ha detto...

Salve !
I cognomi fanno parte della nostra propria istoria e in modo genèrico ci accompàgnano tutta la nostra vita. Considèro justo avere tutti i due materno e paterno.
Buona curiosità.

Anonimo ha detto...

E il cognome Zapatero, da dove viene?
Jorge