venerdì 24 ottobre 2008

Totò docet!

(foto da internet)


In un vecchio film di Totò -Totò truffa '62 di Camillo Mastrocinque, del 1961- il principe della risata vendeva, con l'aiuto dell'indimenticabile Nino Taranto, la Fontava di Trevi al signor Decio Cavallo, uno sprovveduto italo-americano in vacanza a Roma (vedi>>)!
Sono passati quasi cinquant' anni e, dalla Germania, è giunto un truffatore internazionale il quale, oltre a due palazzi a Roma, aveva provato a vendere anche due centri commerciali ad un imprenditore del suo paese. Il truffatore in questione si chiama Wolfang Kroll ed è stato arrestato dalla polizia romana per truffa aggravata e uso di documenti falsi.



(foto da internet)

Che cosa aveva fatto di male? Ad un intermediario nel campo delle compravendite immobiliari di una società con sede a Monaco, Kroll aveva prima proposto il mandato in esclusiva per la vendita immobiliare di due centri commerciali: Porta di Roma e l' Auchan di Cesano Boscone (in provincia di Milano), ottenendo in cambio 650.000 euro.
Il passo successivo era stata l'esclusiva per la vendita di altri due immobili romani di vero prestigio: l'Ambasciata Americana e la sede della Fao!!!

Neanche Totò avrebbe potuto far di meglio...

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Meno male che i ladri eramo i latini.

Amparo ha detto...

C'è gente abbastanza furba per negoziare ma queste cose non sempre finiscono bene.

Amparo Santaúrsula

bronzellino ha detto...

Ah, ah, ah, bravo!

trini ha detto...

La fontana di trevi!

Giò ha detto...

Mitico e inimitabile Totò!