giovedì 6 dicembre 2007

L'angolo degli alunni

Oggi abbiamo il piacere di presentarvi una nuova rubrica: "L'angolo degli alunni". Ad inaugurarla è un'ex-allieva d'italiano della E.O.I. di Sagunt, B.E.E., con un testo che ha scritto dopo aver visitato Napoli. La città le è piaciuta tanto che e non è riuscita a resistere alla tentazione di scrivere le sue impressioni sul viaggio:

Alcune settimane fa sono andata a Napoli in un viaggio organizzato da un club di viaggi, allo scopo di conoscere i vincoli tra la Corona d’Aragona e il Regno di Napoli. Avevo voglia di andarci da tanto tempo per visitare Pompei, Ercolano, il Vesuvio…, ma non sospettavo che Napoli fosse una città cosi bella che mi avrebbe colpito con tale forza.

Il primo giorno abbiamo fatto un giro in città e siamo stati impressionati dalla gente. C´era gente dappertutto. A Napoli tutto è un brulichio e animazione. Le strade sono occupate dai mercatini. I motorini circolano tra i venditori che gridano offrendo i loro prodotti. Alcuni vicini del quartiere spagnolo giocano a carte davanti ai portoni, sul marciapiede. È una visione fantastica.

Nei giorni seguenti la nostra guida ci ha fatto vedere le cose più importanti del paese. Prima, ci sono i monumenti. Napoli ha un ricco patrimonio artistico: Il palazzo fortezza di Castel Nuovo, il Museo Archeologico Nazionale (forse il più importante d’Europa) e tantissime chiese barocche, sporche e nere all'esterno, ma bellissime all´interno che danno un'idea dello splendore di questa regione nel passato.

Poi, abbiamo Pompei e Ercolano, due città romane sepolte dall'eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Visitare queste città è stata un’esperienza unica. Grazie all´eruzione si possono ammirare alcune case romane di famiglie importanti decorate con affreschi e mosaici bellissimi, con fontane di marmo nei giardini. Possiamo anche passeggiare per le strade fiancheggiate da edifici quasi intatti come il mercato, la palestra, le terme…

Per finire, non vorrei dimenticare di parlare un po’ del paesaggio. Napoli è costruita in riva al mare, sulla costa tirrena e si estende sul versante di una collina. Prendendo la funicolare si sale fino ai quartieri residenziali come il Vomero. Lì bisogna fermarsi per ammirare la vista più bella che si possa immaginare: davanti a noi abbiamo la visione di tutta la baia, una pianura immensa di aqua chiusa al Nord dall´isola d’Ischia e dall’isola di Capri al Sud e il Vesuvio che domina tutto, circondato dai vigneti di Lacrima Christi con cui si elabora uno dei migliori vini di Italia.


Ci auguriamo che il suo entusiasmo contagi anche voi e che ben presto ci mandiate i vostri lavori per contribuire a questa nuova rubrica, dedicata esclusivamente a voi.

Le foto scattate durante questo viaggio a Napoli sono così belle che il prestigioso quotidiano The Slide Times le ha pubblicate in prima pagina.





Aspettiamo impazienti i vostri lavori!

4 commenti:

Pilar Puerto ha detto...

Buonissima iniziativa professori.
Auguri B.B.E.di Sagunt per il tuo testo e per le foto. Grazie per condividere la tua esperienza con tutti noi.
Aspetto più collaborazione.
Mettiamoci all'opera.
A presto

BertoBB ha detto...

Mi pare una interessante rubrica perchè oltre a conoscere le città italiane serva a un diario aneddotico dei nostri viaggi con le nostre vedute.
Col Bloghificio che ci invade forse si possa canalizzare queste esperienze sulla nuova rubrica.

Spero collaborare presto anche'io una volta arrivato dall'Italia Magari!.
Saluti

amparo santaúrsula ha detto...

Mi pare che sia un'iniziativa stupenda. Tenterò di scrivere qualcosa. Ma deve essere sull'Italia?
A proposito, le foto sono bellissime.

Loli ha detto...

Io sono stata a Napoli un anno fa e anche mi ha colpito tantissimo questa città: i suoi paessaggi, la gente, il mare, Capri, il cibo.Il suo passato spagnolo è dappertutto. Io vado spesso a Roma e tra due settimane andrò a Firenze.Vi manderò un racconto del viaggio.