sabato 1 dicembre 2007

I mercatini di Natale


(foto da internet)

Oggi, primo dicembre, inizia ufficialmente la consueta rincorsa al Natale che, per fortuna, non è fatta solo di shopping, spese folli e cene ipercaloriche, ma anche di tradizioni particolari. Abbiamo pensato di suggerirvi un destino originale per il prossimo ponte prenatalizio. Viaggiamo (speriamo per voi che lo facciate davvero) in Alto-Adige, dove l'attesa del Natale si trasforma in una grande festa: nell'Alta Pusteria c'è il calendario dell'Avvento animato di Villabassa: dal primo al 24 dicembre, 24 finestre, nella piazza principale del paese, vengono numerate, decorate con un'immagine natalizia e accese una alla volta con il passare dei giorni. Poi, a Villabassa e a Dobbiaco si svolgono le sfilate di San Nicolò, animate da centinaia di krampus, le tradizionali maschere natalizie altoatesine.

A vederle fanno quasi paura: sono sagome coperte da pelli di pecora, con in testa una maschera di legno con corna enormi. I “diavoli impellicciati” corrono per le strade con un assordante rumore di campanacci e spaventano gli abitanti a colpi di frusta, i quali, per riprendersi, potranno assaggiare una fetta di zelten, il panforte sudtirolese a base di frutta secca.

In questa peculiare regione si perpetua la tradizione del mercatino natalizio, particolarmente sentita in Austria e in Germania: una consuetudine che risale all'idea luterana secondo la quale Gesù, a Natale, esaminava il comportamento dei bambini e faceva loro dei regali. L'alta borghesia, tedesca e austriaca, ha poi ripreso quest'idea e i mercatini di Natale sono diventati un appuntamento fisso anche dell'Alto Adige. In seguito si diffuse anche l'usanza dell' albero di Natale, e dall' inizio del XX secolo fu eretto nelle piazze e nelle case: da allora è una parte essenziale di ogni mercatino.



(foto da internet)


I mercatini fanno da spunti di idee per un’ossessione ricorrente in questo periodo: la decorazione della casa. Decorare è l’imperativo delle feste: alberi carichi di palline scintillanti, corone di vischio, cartoline d’auguri, una pioggia di candele e una squadra di angioletti che si affacciano da ogni angolo della casa. E naturalmente i biscotti dell’Avvento. Il corso di pasticceria natalizia è il tema del soggiorno presso l'Antica Locanda al Cervo di San Genesio. Dai fornelli, alle ciaspole in un’escursione guidata, per finire in carrozza, con cavalli e cocchiere, tra le luccicanti bancarelle del mercatino di Natale di Bolzano.
Con l’avvicinarsi del Natale cresce la frenesia da addobbo e il desiderio di riscoprirsi originali e creativi. Per non farsi cogliere impreparati, c’è chi va a lezione di decorazione al Villaggio di Natale Flover di Bussolengo, provincia di Verona. Non è in Alto Adige, ma gli amanti degli addobbi non potranno rimanerne indifferenti, visto che ogni sabato pomeriggio di dicembre, avranno la possibilità di andare a scuola di découpage, classico o pittorico, e di lavorazione della lana cotta e del feltro. In un ambiente surreale, tra casette e bancarelle natalizie, si va a caccia d’idee originali e si riceve assistenza specializzata in decorazione della tavola, realizzazione di coroncine dell’Avvento e addobbi dell’albero. Per i più piccoli, animazione e corso di biscotti con una pasticciera bavarese doc.
Ed infine, il natale è anche il periodo migliore per pensare alla buona tavola. Approfittate della visita ai mercatini per girare anche nei negozi specializzati e degustare gli alimenti tipici della tradizione contadina locale tra cui speck, grappa e miele. Assaggiate lo speck con il suo gusto particolare, leggermente affumicato, maturo al punto giusto. Poi, secondo la tradizione altoatesina, nelle vostre dispense non può mancare una bottiglia di grappa: per brindare in compagnia o per riscaldarvi dopo aver trascorso una giornata al freddo. Ricordate anche di provare le diverse varietà di miele: ideale da spalmare sul pane e particolarmente indicato per alleviare tosse e mal di gola (nel caso ci sia un clima gelido).


Buon viaggio!

4 commenti:

JORGE ha detto...

Buon natale a tutti. Jorge. Inanzitutto, buone spese.

Pilar Puerto ha detto...

È vero, oggi comincia Dicembre!
Curiosissima tradizione questa del Krampus soprattutto in relazione con il natale. Anche qui abbiamo tipici mercatini natalizi a Madrid, Barcelona...
Tempo per la tenerezza, per la generosità, per condividere con gli altri le illusioni.
Affettuosi saluti a tutti i chiodini.

BertoBB ha detto...

...ma dobbiamo andarci in fretta a questi mercatini perché alcuni stanno per scadere...Vedete un calendario con una cartina.

http://www.sdamy.com/tutti-i-mercatini-di-natale-su-google-maps-1372.html

Saluti

Anonimo ha detto...

...scusi Giulia cosa sono le coroncine, non trovo il suo significato...
Ciao