martedì 20 gennaio 2009

Quel lunedì grigio di gennaio!

(foto da internet)
Ieri, lunedì 19 gennaio, avete notato qualcosa che proprio non andava?
Se non siete riusciti ad alzarvi dal letto e magari avete telefonato al lavoro spiegando che stavate poco bene, nessuna paura, non siete stati gli unici demotivati. Anzi pare sia stato un fenomeno diffuso e sarete perfino giustificati.
Dall'Inghilterra dicono che ieri, 19 gennaio, era il giorno più deprimente dell’anno. Il peggiore per una micidiale combinazione di feste ormai archiviate e definitivamente passate senza essere state portatrici di grandi cambiamenti.
Allora, i buoni propositi dell’anno che verrà? Sicuramente la maggior parte saranno già infrante: la prima sigaretta è già stata fumata e il primo "sgarro" alla dieta ormai è già di qualche giorno. E i massacranti e quotidiani allenamenti in palestra? Ieri sarà sembrato tutto irrecuperabilmente trascurato. Se poi aggiungiamo la crisi e le parole del ministro Solbes nessun dubbio.

(foto da internet)
La deprimente «scoperta» in realtà è una furba campagna pubblicitaria lanciata alcuni anni fa dal canale di viaggi britannico Sky Travel della tv BSkyB. Ma, mica storie: "tramite complicati calcoli, considerando il tempo atmosferico, il livello dei debiti, i giorni che ci separano dal prossimo Natale, la presa di coscienza che i buoni propositi di inizio d'anno sono già finiti nel dimenticatoio, i bassi livelli motivazionali e altre amenità simili”, ieri è stato proprio il giorno più deprimente, che ricade sempre il lunedì dell'ultima settimana completa di gennaio. Quest’anno il 19 gennaio, lo scorso anno era il 21, l’anno prossimo sarà il 25 gennaio.

(foto da internet)

Se condividete questa asserzione, per combattere la depressione del giorno più triste dell’anno, vi consigliamo di giocare i seguenti numeri al lotto: 1, 19 e 73 (la depressione secondo la Smorfia napoletana). Ricordate che l'Italia è il Paese europeo più pessimista; non dimenticate le paroline confortanti del nostro premier quando ripete il suo mantra «bisogna essere ottimisti».
Ah, ancora una cosa: fischiettate la canzone Don’t worry, be happy, di Bobby McFerrin. Comunque sia metterà di buon umore!

7 commenti:

vicente ha detto...

1, 19 e 73 li gioco alla primitiva. Altri 3 numeri?

Anonimo ha detto...

Io credo che è per la famosa "cuesta de enero".
Pepe

sara ha detto...

per la settimana santa mancano 3 mesi!

Manu ha detto...

Che panorama ci aspetta!

veva ha detto...

Piano, piano...ma il mio celulare non funcionava, sono stata in scuola fino alle otto di sera, il bimbo é malato e faceva un vento terribile. Sí, lunedì fu un schifo!

Anonimo ha detto...

per me , oggi è un giorno piu schifo che ieri

Amparo ha detto...

Per me lunedì fu un giorno abbastanza normale.

Amparo Santaúrsula