mercoledì 28 gennaio 2009

La Giornata della Memoria

(foto da internet)

Il mondo ricorda la Shoah: ieri, 27 gennaio si è commemorata la «Giornata della Memoria», data che rimane nella memoria collettiva del mondo libero come il giorno dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, simbolo dell'orrore e dell'Olocausto perpetrato dal nazismo.
Avvenimento centrale delle numerosissime iniziative organizzate per il Giorno della Memoria era l'incontro, al Quirinale, tra il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, e il presidente dell'Unione delle Comunità ebraiche italiane (Ucei), Renzo Gattegna. Attesissimo il discorso del Presidente della Repubblica .
Dal canto suo, il premier Berlusconi, in un messaggio, ha sottolineato che le leggi razziali sono ancora una ferita aperta: «Il 27 gennaio si celebra in tutta Italia il Giorno della Memoria. In questo giorno, 64 anni or sono, furono abbattuti i cancelli di Auschwitz. Questa data e quel luogo sono il paradigma dello sterminio di un popolo che ha segnato per sempre la storia dell’umanità. Non lo dimenticheremo mai. Per questo nutriremo il ricordo della Shoah con celebrazioni e iniziative rivolte in modo particolare ai giovani, affinchè sappiano a quale punto di aberrazione può arrivare l’odio dell’uomo contro l’uomo».

(foto da internet)


Quest’anno la Giornata della Memoria è stata accompagnata da un’accesa polemica che, la settimana scorsa, ha suscitato il programma di Michele Santoro, Annozero, per la puntata dedicata all'offensiva israeliana nella Striscia di Gaza. Il ministro degli Esteri Franco Frattini, senza mezzi termini, ha tacciato la puntata di antisemitismo.
Ma, c'è dell'altro, perché alla commemorazione della Giornata della Memoria e, quindi, dell'orrore nei lager nazisti, si aggiungono anche le riflessioni storiche e politiche di monsignor Richard Williamson, che sostiene: "Camere a gas? Mai esistite". E il vescovo, forte della revoca della scomunica del Papa ai lefebvriani, tace completamente sulla Shoah.
Il dibattito sembra non avere fine!!!


3 commenti:

Tiziana ha detto...

Frattini sbaglia: la puntata di Annozero non era per niente antisemita. E' vero che il programma criticava la politica d'aggresione d'Israele a Gaza, ma tra una cosa e l'altra c'è una bella differenza.

Anonimo ha detto...

Benedetto XVI re d'Italia e con prestese sull'orbe dovrebbe legere un pocchino di Storia...e allo stesso modo gli iraeliani dovrebbero riflettere col fatto dei palestinesi...ANTISIONISTA, NON ANTISEMITA!!!

Amparo ha detto...

Come può dire che le camere a gas non hanno esistito se è una cosa che tutti sanno?.

Amparo Santaúrsula