giovedì 27 novembre 2008

Tu vuo' fa' l'italiano...

(foto da internet)


Come definirlo? Il profeta dell'itagnolo? Può darsi; però ci piace lo stesso. Parliamo di Tonino Carotone, ovviamente, l'autore di Me cago en el amor, uno dei tormentoni più famosi degli ultimi anni.
Carotone ha presentato in questi giorni -dopo alcuni anni di silenzio- il suo ultimo disco, registrato in collaborazione con artisti quali Manu Chao, Gogol Bordello e Bandabardò. Il titolo, of course, in italiano: Ciao Mortali.
Tonino Carotone, al secolo Antonio de la Cuesta, è venuto su in un quartiere popolare di Pamplona ascoltando la radio, guardando la tv e assimilando tutte le melodie degli spettacoli e degli spot televisivi. Ha lavorato per alcuni anni alla guida di un furgoncino e, durante gli spostamenti, ascoltava cassette di cantanti italiani come Mina, Rita Pavone e Celentano...
Imboccata la via artistica, ha scelto il cognome Carotone, in omaggio al grandissimo Renato Carosone, e il look l'ha preso da un altro grande: Fred Buscaglione (vedi>>).
Ha reso, in più occasioni, espliciti omaggi alla canzone italiana, come, ad esempio, nella sua particolarissima versione di Tu vuo’ fa' l'americano.

Congratulazioni Tonino!!

7 commenti:

vicente ha detto...

Mi piace Carotone. Avete visto ieri sera Laura Pausini al Hormiguero? L'itagnolo puó essere anche divertente.

Anonimo ha detto...

Un fraeky molto simpatico!
Santi

Anonimo ha detto...

Sì, ho visto Laura Pausini. Pablo Motos parla male l'italiano ma è bravo. E' quasi come Carotone.
TRini

Pepe ha detto...

L'itagnolo è la nostra patria!

Amparo ha detto...

Non lo conoscevo ma mi piaciono le sue canzoni. Quella di Pecatore è divertente.

Amparo Santaúrsula

Tiziana ha detto...

...e grande Carotone. Guardate questa canzone degli Arpioni: http://it.youtube.com/watch?v=89KWzl-uRjs&feature=related

Gianpiero Pelegi ha detto...

Grazie Tiziana, non conoscevo questa band. La canzone è molto simpatica.