giovedì 20 novembre 2008

Tempo di calendari

(foto da www.corriere.it)
Ancora non è iniziato il bombardamento mediatico pre-natalizio, ma l’anno nuovo è alle porte, e i calendari di uomini, animali, pianeti, uniti da uno stesso destino, attirano la nostra attenzione e ci fanno riflettere, con un bel po' di malinconia e tanto amaro in bocca, sulle pecche e le virtù del tempo in cui viviamo.
Ci sono molti calendari di organismi internazionali o associazioni, piccole e/o grandi, che hanno in comune l’impegno per un mondo dove si rispettino diritti e principi.
E se ancora non avete scelto il calendario da appendere nella vostra casa per l’anno che verrà, date un po’ uno sguardo a quello di Emergency, con le vignette di Vauro Senesi.


(foto da www.corriere.it)

“Un calendario di vignette. Qualche tratto e qualche parola. Tutto lì. Ma lì, a volte, c’è tutto davvero”. Così si apre il calendario 2009 di Emergency. La matita di Vauro mette a punto un Calendario il cui ricavato andrà all’Associazione di Gino Strada. I disegni raccontano l’impegno per la pace e per l’attuazione dei diritti umani di Emergency: dalla lotta alle mine antiuomo all’impegno per l’accesso a una sanità gratuita e di qualità per tutti i cittadini del mondo.



(foto da www.corriere.it)


“Il sorriso è su noi stessi e ci impedisce di archiviare ricordi, paure, bisogni e speranze. Ci fa presenti al nostro tempo, al mondo”. Mese dopo mese, le vignette di Vauro ci racconta il tempo in cui viviamo.
I sorrisi che ci strappano Vauro ed Emergency sono amarissimi ma fanno tanto, tanto bene!!!.
A noi e alle popolazioni che subiscono la guerra!!!

2 commenti:

sara ha detto...

I calendari italiani, anche per le ong, sono belli. Qui sono un po' tristi.

Amparo ha detto...

La verità è che sono molti i calendari che si fanno per Natale e non sempre sappiamo quale scegliere. Di solito, io ne faccio uno con fotografie dei miei nipoti per felicitare le feste alla mia famiglia.

Amparo Santaúrsula