lunedì 1 dicembre 2008

Becchino (precario) per vocazione


Mi chiamo Pinuccio Lovero, ho 42 anni e nella vita ho sempre avuto un sogno: fare il custode “a livello cimiteriale”. Ho lavorato per anni come marmista di lapidi per rimanere nell’ambiente tombale, in attesa di trovare un posto come becchino. Pensate sia strambo? La realtà è che mi stringe il cuore a vedere tanti morti trascurati. Quando uno va all’altro mondo ha diritto di cure, affetto e rispetto, come se fosse ancora vivo...

Pinuccio, che a dodici anni non si perdeva un funerale, a venti scolpiva lapidi e a trenta componeva marce funebri, alla fine ha coronato il suo sogno ed è diventato custode al cimitero di Mariotto, una frazione di Bitonto. L’assunzione è arrivata a maggio del 2007. E da allora nel cimitero di Mariotto non si è più visto un morto. A dicembre, dopo la scadenza del contratto di custode, in paese la gente riprende a morire. Addirittura 15 persone sono passate “a miglior vita”. E da quel momento i duemila abitanti di Mariotto hanno tentato in tutti i modi di farlo riassumere.

In effetti, quelli del paese sarebbero davvero felici se Pinuccio tornasse a fare “il custode a livello cimiteriale", ma lui preferirebbe trovare lavoro in un cimitero più grande, dove non manchino i funerali. Ha anche scritto al programma di Antonella Clerici, ma purtroppo non ha ancora ottenuto una risposta.

Affascinato da questa storia Pippo Mezzapesa, un giovane regista di Bitonto, ha girato Sogno di una morte di mezza estate, selezionato per partecipare fuori concorso alla “Settimana internazionale della critica” in occasione dell'ultima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, dove il film ha ottenuto un grande successo.

Guarda il trailer di questo film:

8 commenti:

vicente ha detto...

Bellisima questa storia! Incredibile!

sara ha detto...

Non so come `e il film, ma sono d'accordo: la storia è incredibile.

Anonimo ha detto...

È più azzeccato dire proprio precario in questo contesto invece di avventizio.
Saluti

Anonimo ha detto...

Che lavoro!!!
maria

Anonimo ha detto...

Salve!

Il signore Pinuccio pare pieno di vita sibbene ama i cimiteri e tutto quello che ci attornia.
"Para gustos colores "

Mercedes

Amparo ha detto...

Io conosco un uomo che trucca i morti e lui dice che è un piacere lavorare con loro perchè non si lamentano mai.

Amparo Santaúrsula

Anonimo ha detto...

Penso è un lavoro curioso, neanche come la morte é parte della vita, va bene che c'è qualcuno che a boglia da fare questo lavoro con rispetto.

Encarna

Anonimo ha detto...

Un lavoro curioso, questo. Ma é bello che c'è qualcuno chi a boglia di farlo con rispetto.

Encarna