mercoledì 9 dicembre 2009

Arriva di nuovo Natale



Arriva di nuovo Natale. La gente è più falsa di prima, s'insegna ai bambini a mentire, si aiuta l'ortica a salire. Si porge la mano, si allunga la mancia, scordando di colpo però il male di pancia. La prego, si accomodi pure. Si sieda al tavolo dieci. La smetta con i complimenti, oggi siam tutti parenti. Oggi è Natale, oggi è Natale. Passati due giorni però te la faccio pagare. Questo è l'nizio di una canzone cantata da Mina, rivisitata in versione rock da Irene Grandi. Si trata di una visione a dir poco pessimista delle feste natalizie. Ma Mina e Irene non sono le sole a pensarla così...

Nel dicembre del 2004, quando in Italia spopolava l'ennesimo cinepanettone,



i fratelli Cohen osavano mostrare ai compatrioti americani la propria, dissacrante e politicamente scorretta visione di uno dei protagonisti di queste feste: Babbo Natale (Babbo Bastardo per i Cohen).



Anche la visione di Tim Burton è leggermente diversa da quella convenzionale. Ce la mostra in The Nightmare before Christmas, sicuramente la fiaba natalizia più dark di tutte. Nel film (e nel fumetto) di Burton si alternano momenti d'ilarità e altri in cui lo spirito natalizio fa da padrone.




Nel momento di crisi in cui viviamo Mò viene Natale, scritta da Renato Carosone circa cinquant'anni fa, ha un testo che rispecchia perfettamente il momento attuale, non vi pare?



E voi, da che parte vi schierate?

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Natale è insopportabile!!
Maria

Anonimo ha detto...

Mò Francesco Totti diventa Vabbo Natale nell'anuzio di Vodafone di questo Natale, divertente.

maddy ha detto...

Oddio i cinepanettoni noooo
ma è il blog di un dipartimento di italiano? Ma cosa ci fa Boldi?

Anonimo ha detto...

Basta, Natale non si soporta!!!
Mina ha ragione.
Patricia

Anonimo ha detto...

Odio Natale e queste feste false!
Vicente